CHI STA SCAVANDO?

CANTU'


Teatro Comunale San Teodoro

Il Babau i maledetti cretini tributa un rinnovato omaggio, ispirato e commosso, a Dino Buzzati, rileggendo al lume fioco di un rock raffinato e colto alcune tra le più oscure pagine del suo nume tutelare. L'interpretazione delle inquietanti e surreali cronache buzzatiane, più che accompagnata, è sostenuta e condotta dai brani originali de Il Babau che si sviluppano come una vera e propria colonna sonora per le immagini mentali evocate dalle parole. Le composizioni creano atmosfere avvolgenti, malinconiche, claustrofobiche e luciferine che malvolentieri cedono il passo a isteriche e scheletriche cavalcate rock. La voce, onirica ed ironica, fa di tutto per resistere alle tentazioni della musicalità e restare esemplarmente fedele alla narrazione.

Il Babau i maledetti cretini è un progetto artistico sorto al crocevia tra musica, teatro e letteratura. Nato come quartetto di rock regressivo, prende il nome da un quadro a fumetti di Dino Buzzati (Il Babau, 1967) cui dedica anche la sua opera prima, il (quasi) concept album "DIO, DIO MIO CHE COSA ABBIAMO FATTO". Ridotto ai minimi termini, ovvero ai fratelli Casanova, reinventa il "fonodramma", suggestiva trasposizione in chiave musicale di racconti letterari. Con questa formula dedica una trilogia a E.A. Poe ed ora torna a confrontarsi con l'opera di Buzzati.