Moving Stories-Il soldatino di piombo-Point of View

Il Festival, giunto alla sua quarta edizione è a cura di ADARTE in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana, sotto la direzione artistica di Paola Vezzosi.
La danza incontra la letteratura: la reinterpreta, la interroga, ne esplora gli obiettivi e le motivazioni, traduce l'arte delle parole in un linguaggio non verbale. Prestigiose compagnie di danza contemporanea italiane si avvicenderanno presso il teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci con coreografie ispirate a testi e personaggi letterari, in una sorta di dialogo creativo tra letteratura e arte del movimento.

I gruppi che partecipano sono la Compagnia Giardino Chiuso (San Gimignano - SI) diretta da Patrizia de Bari e Tuccio Guicciardini con IL SOLDATINO DI PIOMBO da La morte di Marx e altri racconti di Sebastiano Vassalli e la Compagnia Borderline Danza (Salerno) diretta da Claudio Malangone con POINT OF VIEW ? PARI INTERVALLO, liberamente ispirato al Mito di Orfeo e Euridice secondo la visione letteraria offerta da Cesare Pavese nel racconto l'Inconsolabile.

Sviluppato nell'arco di due giorni, il progetto MOVING STORIES si articola in una doppia rappresentazione dei due pezzi: 21 novembre h. 21.00 e 22 novembre h. 10.00.
La rappresentazione serale è destinata ad un pubblico allargato, l'appuntamento in matinée è dedicato agli allievi delle scuole secondarie inferiori e superiori e si propone di avvicinare i ragazzi alla rappresentazione coreutica e teatrale tramite spettacoli che li coinvolgano emotivamente e intellettualmente.
MOVING STORIES include altri appuntamenti ai quali il pubblico è invitato a partecipare: sia alla fine dell'esibizione mattutina sia al termine di quella serale, gli artisti incontreranno gli spettatori per "raccontare" il processo creativo che dalla fonte letteraria li ha condotti alla messa in scena.

Le date
21 e 22 novembre Scandicci (Fi), Teatro Studio Mila Pieralli

Biglietti a partire da 8.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright