Giovanni Allevi live con «Love»

Giovanni Allevi

BERGAMO


Creberg Teatro

Un titolo semplice ma dai mille significati e impegnativo per l'ultimo album di Giovanni Allevi. A quattro anni dal Disco di Platino «Alien» e dopo l'esperienza sinfonica dell'album «Sunrise», contenente il «Concerto per Violino e Orchestra in Fa minore», il giovane pianista è in tour con il nuovo progetto «Love», un viaggio nell'anima per tornare ad amare il mondo. Il nono album di studio dell'artista, uscito il 20 gennaio su etichetta Bizart/Sony Music, è l'ultima tappa di un percorso di crescita artistica e umana del compositore, pianista e direttore d'orchestra, che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti nella sua ventennale carriera. «Love» verrà presentato in anteprima televisiva al 65° Festival di Sanremo, dove Giovanni Allevi parteciperà in qualità di super ospite in una delle serate all'Ariston. E due mesi dopo, il 14 aprile, sarà al Creberg Teatro di Bergamo (biglietti da 34 a 44 euro).
Registrato al Sae Institute di Milano, polo universitario all'avanguardia per la produzione audio-video in Europa, l'album rappresenta uno stato dell'arte per la registrazione del pianoforte, grazie ad un bilanciamento di massimo equilibrio tra la componente dell'acustica della stanza, la preparazione del pianoforte e la studiata dislocazione dello stesso ai fini di una ripresa microfonica naturale. «Un suono morbido eppure potente, mai aspro e con una ricca estensione in bassa frequenza, per un'esperienza d'ascolto estremamente appagante», afferma Ian Jones, ingegnere del suono agli Abbey Road Studios di Londra, dove è stato masterizzato il disco.