La Clemenza di Tito

Frutto della collaborazione con una delle più prestigiose istituzioni formative, il Mozarteum di Salisburgo, la realizzazione dell'opera La clemenza di Tito presso il Teatro Romano di Fiesole è davvero per la Scuola un traguardo importante.
L'occasione celebrativa (i festeggiamenti per l'ascesa al trono del Granduca Pietro Leopoldo, che lasciava la Toscana per regnare sulla Boemia) si riflette sulla scelta del soggetto, messo in versi da Pietro Metastasio e già più volte musicato nel corso del XVIII secolo da compositori famosi.
Mozart non rinuncia neanche in questa paludata circostanza ad esercitare la sua libertà d'invenzione, e modifica le rigide regole dell'opera seria settecentesca a vantaggio di una scrittura più intensa, e di una penetrazione psicologica dei personaggi assai più moderna, lasciandoci un ultimo immortale capolavoro.
La partecipazione dell'Universität Mozarteum Salzburg garantisce l'elevata preparazione del cast vocale e la cura dell'allestimento scenico, mentre la Scuola di Musica di Fiesole sostiene l'impegnativa parte strumentale, grazie ai valenti musicisti dell'Orchestra Giovanile Italiana. La regia è affidata al fantasioso Eike Gramss (già ammirato lo scorso anno per Rosenkavalier al Maggio Musicale Fiorentino), e la direzione all'esperta competenza mozartiana di Josef Wallnig.

La data:
11 e 12 luglio Fiesole, Teatro Romano - Estate Fiesolana

Biglietti a partire da 19.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright