Balletto Cello Suites

Cello Suites (In den Winden im Nichts)Heinz Spoerli

Suite per violoncello nr 2, 3 e 6

Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

Produzione Opernhaus, Zurigo

Il balletto in poche righe

Un dialogo poetico in cui passi e musica sono in perfetta sintonia, in cui i corpi, quasi plasmati dal vento, vibrano come le corde di un violoncello. Pura danza senza narrazione, astratta ma profondamente umana. Spoerli dispiega il suo stile "neoclassico e musicale" ispirandosi alla musica barocca, alle Suites di Bach. Terra, acqua e fuoco gli elementi da cui ha attinto nelle prime tre; per In den Winden im Nichts (2003) è l'aria a permeare la sua coreografia con le Suites 2, 3 e 6. Un fumo leggero che sprigiona dall'unico elemento scenografico, un grande anello che abbraccia i diciotto movimenti che costituiscono le tre parti del balletto, e ne fa da trait d'union. Colorate dal rosso, verde e blu dei costumi, le differenti atmosfere musicali e coreografiche si svelano in una successione di soli e duetti e passi a tre e in momenti di ensemble per il corpo di ballo, che abbracciano ogni sfumatura delle emozioni.

Direzione

Musica: Johann Sebastian Bach
Coreografia: Heinz Spoerli
Scene: Sergio Cavero
Costumi: Heinz Spoerli
Luci: Martin Gebhardt
Violoncello: Massimo Polidori/Sandro Laffranchini (7p, 8, 13, 9p)

Le date
Dal 5 al 19 marzo Milano, Teatro alla ScalaACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright