Concerto NUOVE VOCI ALLA SCALA

Dopo 133 giorni di chiusura, la Scala torna ad aprire le porte al suo pubblico. Dal 6 al 15 luglio la programmazione riprende per 600 spettatori con quattro Concerti Straordinari che vedono alternarsi cantanti di spicco come Francesco Meli, Luca Salsi, Federica Lombardi e Irina Lungu, strumentisti come Beatrice Rana, Mischa Maisky e Patricia Kopatchinskaja, giovani cantanti e musicisti della Filarmonica.

Lunedì 6 luglio 2020, ore 20Luca Salsi, baritono - Beatrice Rana, pianoforte - Mischa Maisky violoncello
I "Sonetti del Petrarca" di Liszt sono al centro di un programma che spazia da un lato nel repertorio cameristico romantico con la più affermata pianista italiana e una leggenda del viloncello, dall'altro in alcune delle più celebri arie d'opera per baritono affidate a uno dei cantanti più apprezzati delle ultime stagioni scaligere.

Mercoledì 8 luglio 2020, ore 20
Federica Lombardi, soprano - Francesco Meli, tenore - Patricia Kopatchinskaja, violino ?- Giulio Zappa, pianoforte
Un altro programma sospeso tra grande repertorio operistico e musica da camera in cui il tenore verdiamo per eccellenza Francesco Meli divide il palcoscenico con la sempre più affermata Federica Lombardi e il violino di Patricia Kopatchinskaja, tra le musiciste più originali ed interessanti dei nostri anni.

Lunedì 13 luglio 2020, ore 20
Concerto "Nuove voci alla Scala"
Con gli ex allievi dell'Accademia e vincitori di concorsi di canto italiani: Irina Lungu, Federica Guida, Caterina Sala, Szilvia Vörös, Raffaele Abete, Fabio Capitanucci e Jongmin Park. Michele Gamba, pianoforte
Uno sguardo al futuro che riunisce ex allievi che hanno ormai realizzato carriere internazionali e giovanissimi che si affacciano ai concorsi e alle prime esperienze di palcoscenico. Tiene le fila Michele Gamba, che alla Scala ha da poco diretto L'elisir d'amore e che qui torna all'originale vocazione pianistica.

Mercoledì 15 luglio 2020, ore 20
Concerto "La Scala da camera"
Strumentisti della Filarmonica in concerto. Nei giorni scorsi hanno riempito di musica i cortili di Milano: ora i professori d'orchestra tornano per la prima volta al Piermarini con un programma cameristico che suona come un emozionante arrivederci all'autunno.ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright