Opera L'elisir d'amore

L'elisir d'amore
Gaetano Donizetti

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Produzione Teatro alla Scala

L'opera in poche righe
Ascoltata con attenzione, è un'opera buffa, piena di allegria e umorismo, ma con tanto cuore e un fondo di malinconico disincanto. In nessun'altra opera comica troviamo il patetismo di passi come "Una furtiva lagrima". Sembra una semplice storiella di buon senso, ma si basa su un libretto di Felice Romani che al gran mestiere poetico unisce la lucidità spietata di un trattato di antropologia. La ragione si fa burla delle superstizioni e solo uno sciocco può credere ai filtri d'amore. Infatti l'unico a crederci è Nemorino. Ma alla fine l'onestà del sentimento ha la meglio sull'impostura. Adina riconosce la vera costanza di Nemorino e lo premia scegliendolo. O forse era solo venuta a sapere della sua improvvisa ricchezza? Il dubbio resta. Spettacolo noto e sperimentato, con scene e costumi disegnati dalla mano leggera del pittore e disegnatore Tullio Pericoli. Regia questa volta del tedesco Grischa Asagaroff, che dovrà districare l'intreccio di amore, risate e crudeltà nei rapporti sociali. Finisce la lunga attesa per il ritorno alla Scala di Nello Santi, depositario di una preziosa tradizione operistica italiana.

Direzione

Direttore: Nello Santi
Regia: Grischa Asagaroff
Scene e costumi: Tullio Pericoli

Cast

Adina: Eleonora BurattoNemorino: Vittorio Grigolo (settembre), Atalla Ayan (ottobre)
Belcore: Mattia Olivieri
Dulcamara: Michele Pertusi

Le date
Dal 18 settembre al 17 ottobreACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright