Gergiev: Festival Prokofiev 2

Valery Gergiev esplora i vertiginosi e tuttavia lirici virtuosismi del Concerto per violino n. 1, composto da Prokofiev in anni giovanili. Interprete sublime, il violinista greco Leonidas Kavakos, musicista raffinato capace di spaziare in un repertorio vastissimo. Alla guida del Coro e dell'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, con Ivan il Terribile sarà possibile apprezzare il frutto della felice collaborazione tra Prokofiev e il rivoluzionario (in senso tecnico e creativo) regista Sergej Eisenstein. L'incontro tra i due avvenne alla fine degli anni Trenta, e fu da subito idilliaco e di importante innovazione per la nuova impostazione che dette alla produzione di musica da film, preludio a un metodo di lavoro che divenne un punto di riferimento per la moderna cinematografia del dopoguerra. Il risultato fu così positivo che anche la censura dovette, suo malgrado, prenderne atto riconoscendo i meriti di un'operazione così efficace. Il Premio Stalin del 1941 ad Alexander Nevsky, incoraggia Eisenstein a rivolgersi nuovamente a Prokofiev nel momento in cui decide di realizzare un film monumentale nel quale celebrare l'epopea di Ivan IV. Il primo, sanguinario, zar di tutte le Russie, vissuto nel 1500, affresco di una Russia antica eppure attuale, dove la figura di Ivan è sinistramente simile a quella di Stalin. Forse fu per questo motivo che del film fu divulgata solo la prima parte, più celebrativa, e solo a partire dagli anni Sessanta furono proposte delle riedizioni della partitura musicale da eseguire in concerto.

Le date:
13, 14 e 15 dicembre Roma, Auditorium Parco della Musica

Biglietti a partire da 19.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright