Magnificat

Il programma - Teatro Antico di Taormina

17 luglio - POSTICIPATO AL 2 SETTEMBRE
Bellini Mascagni Opera Gala
Maria Dragoni - Soprano
Denia Mazzola Gavezzani - Soprano
Coro Lirico Siciliano
Direttore - Francesco Costa
Musiche di Vincenzo Bellini & Pietro Mascagni

Una serata di Gala ricchissima ed esaltante, dedicata a due principi della melodia operistica italiana: Vincenzo Bellini e Pietro Mascagni. Un cast eccezionale, riunito per la prima volta al teatro Antico di Taormina, con arie e brani tratti da opere come Norma, Il Pirata, Adelson e Salvini, La Sonnambula, Capuleti e i Montecchi, Beatrice di Tenda di Bellini e Cavalleria Rusticana, L'amico Fritz, Zanetto, Parisina di Mascagni. Due opere di lirismo allo stato puro nella magica cornice del Teatro Antico di Taormina, ad apertura della sesta edizione del Festival Belliniano fondato nel 2009 da Enrico Castiglione e che anche quest'anno dopo questa serata di gala inaugurale proseguirà poi con altre serate a Taormina per poi concludersi a Catania il 3 Novembre 2014.

3 settembre
Bellini meets Chopin
Pianisti
G. Pappalardo Fiumara - Andrea Bacchetti - Roberto Canevale

6 settembre
Il ratto del Serraglio (SOSTITUISCE LO SPETTACOLO "ZAIRA")
Per la prima volta in scena al Teatro Antico di Taormina un capolavoro operistico di grande fascino ed attrattiva di Wolfgang Amadeus Mozart: IL RATTO DAL SERRAGLIO, titolo originale in tedesco Die Entführung aus dem Serail. Opera di straordinaria ricchezza musicale, si tratta di un nuovo allestimento che arriva al Teatro Antico di Taormina direttamente dalla Turchia, in coproduzione con l'Opera Nazionale di Ankara, diretto da uno dei più importanti direttori d'orchestra turchi, Rengim Gokmen, con un cast straordinario (Okan Senozan nel ruolo di Selim Pasha, Feryal Turkoglu in Kostanze, Erdem Erdogan in Belmonte, Gorkem Ezgi Yildirim in Ablonde, Cenk Biyik in Pedrillo, Tuncay Kurtoglu in Osman), il Coro e l'Orchestra Nazionale dell'Opera di Ankara, la regia di Yekta Kara e i costumi di Sanda Zipci. Si tratta di una produzione di grande qualità che viene proposta nell'ambito del cartellone dal Festival Belliniano, che giunge nel 2014 alla sua sesta edizione consecutiva, prodotto in collaborazione con il Festival Euro Mediterraneo e Taormina Arte

9 settembre
Magnificat
In prima nazionale, nell'ambito del FESTIVAL BELLINIANO, l'Associazione Nèon porta in scena MAGNIFICAT per la regia di Monica Felloni e la direzione artistica di Piero Ristagno. Ed è la prima volta che una compagnia con attori disabili e una produzione sul teatro delle Diversità vanno in scena al Teatro Antico.

Lo spettacolo celebra i primi venticinque anni di attività dell'associazione culturale Nèon, che ha dato vita in Sicilia al "Teatro delle Diversità" e che oggi è accreditata come una delle realtà più importanti in Italia nell'ambito del Teatro e handicap. Lo spettacolo è il succedersi di azioni teatrali intrise di musica, danza, parole in una sequenza appassionata e lieve che attraversa, trovando nuovi sviluppi, il percorso artistico di 25 anni di Nèon. In scena è il genere umano, nella sua varietà possibile, che si contamina nel linguaggio, si cerca nella parola, si mostra nel gesto, coesiste all'interno di relazioni fatte di specialità ordinarie ed eccezionali e diventa unico corpo per poi tornare a smembrarsi, danzando nel silenzio dei segni tracciati nello spazio. Molteplici le suggestioni provenienti dalla letteratura, contaminazioni che la regista Monica Felloni mette in scena modulando azioni di teatro, danza, canto e musica. Nucleo centrale è la comunicazione tra individui oltre ogni codificazione.

Il fulcro dello spettacolo è rintracciabile nelle parole di Whitman "I corpi umani sono parole". E allora l'infinità dei segni che i corpi sulla scena esprimono magnificano la complessità del vivere da esseri umani. I testi poetici di D'Arrigo, Licciardello, Ferrari, Rilke, Ristagno, Roversi, Saramago, Whitman, si intrecciano e risuonano nella creazione di una realtà scenica nella quale prevale il senso, la direzione di ogni lode: la persona accanto. Tutti meritevoli di occhi attenti, generosi nell'arte di essere come si appare. Monica Felloni, alla regia, intesse l'ordito e la trama di un tappeto prezioso, lavoro iniziato 25 anni fa, che al Teatro Antico di Taormina trova la cornice adeguata e il cielo più ampio per essere mostrato e condiviso.

MAGNIFICAT è una occasione importante per trasmettere un segno corale di positività, per testimoniare il senso di responsabilità che ha ogni singolo individuo in relazione alla crescita sociale e culturale della comunità e del territorio. Il dato che si registra è un grandissimo entusiasmo fra tutte le persone a cui è arrivata la notizia del "Magnificat". Fra questi, da registrare la risposta entusiasmante di diversi sindaci del territorio della provincia di Messina: sono, infatti, già una quindicina i primi cittadini che hanno aderito e saranno presenti il 9 Settembre 2014 al Teatro Antico con la fascia tricolore. Un'ulteriore conferma di come il teatro delle diversità sia essenzialmente un teatro sociale, che, attraverso il radicamento nei territori, sta contribuendo allo sviluppo di relazioni umane e di scambio fra le persone, nel nome dell'espressione artistica e della partecipazione attiva alla cultura.

10 settembre
Marcello Giordani Gala
Special Concert
Winning of Marcello Giordani Competition
Music of V.Bellini, G. Verdi, G.Puccini

Oltre trecento voci nuove della lirica invadono in questi giorni la Perla dello Jonio. Una ventata di giovinezza e di futuro. La Fondazione Marcello Giordani ha scelto proprio il FESTIVAL BELLINIANO diretto da Enrico Castiglione per organizzare e svolgere a Taormina il IV Concorso Internazionale di Canto creato dal famoso tenore augustano, in collaborazione con il Festival Euro Mediterraneo.

Una collaborazione che rientra nelle attività della Fondazione Taormina Festival, che già dal 2013 ha lanciato a Taormina l'iniziativa "Taormina Opera Studio", volta alla selezione dei migliori cantanti lirici per alcuni ruoli nelle opere che vengono allestite ogni anno nel taorminese Teatro Antico. La giuria del Concorso Giordani è formata da personalità del mondo lirico internazionale tra cui numerosi direttori artistici, sovrintendenti, operatori musicali e direttori d'orchestra di fama internazionali provenienti da tutto il mondo.

La giuria di quest'anno è composta da Enrico Castiglione, direttore artistico del Festival Belliniano e della sezione "Musica & Danza" di Taormina Arte; Nicoletta Mantovani, presidente della Fondazione Pavarotti; Cristina Ferrari, direttore Artistico del Teatro Municipale di Piacenza; Eleonora Pacetti, casting manager del Teatro Petruzzelli di Bari; Macrì Simone, manager YAP+; Mauro Meli, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari; Vincenzo De Vivo, direttore artistico del Teatro San Carlo di Napoli; Damià Carbonell Nicolau, vice direttore Artistico del Teatro Real di Madrid; Cesidio Niño, direttore artistico dell'A.B.A.O. di Bilbao; Marc Adam, direttore artistico dell'Opéra de Nice; Mihai Cosma, artisticadvisor dell'Opera National di Bucarest; Angelo Gabrieli, presidente dell'Agenzia Stage Door; Pierangelo Conte, segretario artistico del Teatro La Fenice di Venezia; James Meena, direttore artistico della statunitense Opera Carolina; Sabino Lenoci, direttore della rivista "L'Opera; Marcello Giordani, presidente della MGF e del concorso di canto lirico da questa lanciato. Il "gotha" della lirica mondiale. Concerto "Marcello Giordani Gala": 10 Settembre 2014.

La proclamazione del vincitore avverrà poi al Teatro Antico di Taormina, alla presenza di tutta la giuria, in occasione del Concerto di Gala offerto dal tenore Marcello Giordani e i suoi finalisti. L'evento sarà aperto al pubblico e porterà sulla scena tutti i finalisti: un autentico trionfo del belcanto di cui Vincenzo Bellini è una delle voci più alte.

Biglietti a partire da 19.80 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright