Jotc young collective Pantalone Gaeta 4tet feat Max Ionata

Nel 1969 un festival cambiò per sempre la storia: Pantolone-Gaeta quartet ci propone un appassionante viaggio per festeggiare i 50 anni di Woodstock. Era il 1969 e il Festival di Woodstock entrò nell'immaginario collettivo come una delle più chiare rappresentazioni della cultura hippie. 400 mila persone nel pubblico per assistere alle performance di più di trenta artisti, fra i quali molti di coloro hanno cambiato la storia: i Jefferson Airplane, Jimi Hendrix, i Greatful Dead, Janis Joplin gli Who, solo per citarne qualcuno. Il 1969 è stato un anno incredibile per il mondo: a luglio Neil Armstrong fu il primo uomo a camminare sulla Luna, un mese dopo una fattoria nello stato di New York si trasformò nel palcoscenico di un concerto che ha cambiato la storia. In occasione dei cinquant'anni dall'evento in tutto il mondo non mancano iniziative per commemorare quelle giornate. Il quartetto Pantalone-Gaeta propone una rilettura del Folk americano anni 60-70. Sono gli anni di Bob Dylan, Joan Baez, di Jony Mitchell, di James Taylor, di Eric Clapton Neil Young e di tanti altri. Cantori di libertà, di amore e di pace, ma anche testimoni ed artefici di una società in trasformazione, una società che cambiava anche grazie alla musica. Claudia Pantalone e Walter Gaeta nel progetto Flowers Son(g)s propongono la lettura del passato, con una sensibilità musicale moderna che volge uno speranzoso sguardo al futuro. Ad arricchire la serata un ospite straordinario, un jazzista di fama mondiale, Max Ionata con il suo sax tenore.

La data
9 agosto Arezzo, Arena Eden

Biglietti a partire da 11.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright