Una striscia di terra feconda: Sylvain Rifflet Mechanics / Danilo Rea-Barberini

Le date
dal 18 al 22 settembre Roma, Auditorium Parco della Musica - Studio Borgna

Il programma

18 settembre - Sylvain Rifflet Mechanics, Danilo Rea, Urbano Barberini
Sylvain Rifflet, il sassofonista francese, che con l'album ?Mechanics' ha vinto il premio Victoires du jazz 2016, presenta un nuovo emozionante quartetto a cui regala composizioni complesse e sottili, in cui il jazz più attuale si sposa con il minimalismo e con il rock più sperimentale, in raffinate ibridazioni.
?Le rovine di Adriano', una pièce di Nello Trocchia (giornalista e scrittore minacciato dalla camorra per i propri scritti e pluripremiato per la libertà di informazione) caratterizzata dall'intensa performance attoriale di Urbano Barberini, che interagirà con le improvvisazioni del grande pianista Danilo Rea, ormai ospite pressoché stabile della rassegna.
Si narra di un'importante vittoria della società civile sulla politica degli affari, relativa al folle progetto di voler costruire una discarica presso la Villa di Adriano, sito Unesco.

19 settembre - Francesco Massaro&Bestiario / Federica Michisanti Trioness / Jacopo Ferrazza Trio / Daniel Humair Quartet
Premio Siae 2018, assegnato a 3 gruppi fra i primi classificati del referendum Top Jazz indetto dal mensile Musica Jazz: Federica Michisanti, Jacopo Ferrazza, Francesco Massaro.
Nel 2015 è stato inventato insieme alla SIAE un Premio per il miglior giovane emergente, che in quell'anno fu vinto dal pianista Enrico Zanisi, nel 2016 è stato assegnato al contrabbassista Gabriele Evangelista e nel 2017 al pianista Alessandro Lanzoni. Quest'anno il premio SIAE cambia formula e si fa in tre, verranno infatti premiati tre fra i primi classificati nel referendum nazionale Top Jazz, indetto dal prestigioso mensile Musica Jazz: Federica Michisanti, Jacopo Ferrazza, Francesco Massaro, qui alla testa dei rispettivi gruppi.
Il dizionario del jazz considera Daniel Humair uno dei migliori batteristi del mondo. E in effetti Daniel ha segnato profondamente la storia del jazz, suonando nell'ultimo mezzo secolo con i più importanti solisti del mondo. In questo nuovo progetto si circonda di tre autentici virtuosi: il trombettista Fabrice Martinez, la nuova star del sassofono Vincent Le Quang e il contrabbassista Stephane Kerecki.

20 settembre - Geoffroy Tamisier, Edouard Ferlet, Stephane Kerecki, Stefano Benni, Giulia Tagliavia
Il nuovo spettacolo di uno dei più amati e noti scrittori italiani, Stefano Benni (molto conosciuto anche oltralpe grazie alle traduzioni di Actes Sud), che leggerà in scena i propri testi - scritti per l'occasione e di cui ancora nulla si sa, al di là della suggestiva evocazione su Borges - con la giovane ma già affermata pianista e compositrice Giulia Tagliavia.

Biglietti a partire da 10.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright