Sarathy Korwar

Viviamo in tempi che dividono. Il multiculturalismo cresce di pari passo con le tensioni razziali ed i politici sembrano incapaci di avvicinare le persone al loro contorto messaggio. È tempo di una prospettiva diversa. Nel suo secondo album, More Arriving, Sarathy Korwar fa esplodere la sua vibrante e variegata miscela di parole che tutti possono ascoltare. Questo non è necessariamente un disco legato al concetto di unità, è invece un onesto riflesso dell'esperienza di Sarathy,del suo essere indiano e britannico, che incorpora le scene rap di Mumbai e New Delhi con la sua strumentazione indiana classica ispirata al jazz. Si tratta di un disco nato dal confronto, o meglio: per i nostri tempi di confronto.
Registrato per oltre due anni e mezzo in India e nel Regno Unito, More Arriving attinge alla nascente scena rap di Mumbai e presenta molti dei suoi artisti più interessanti, nonchè poeti ed interpreti.

Con questo album, Korwar espande la sua narrazione politicizzata per abbracciare l'intera diaspora definita brown: "questo è un moderno disco brown. Il tipo di disco che un indiano contemporaneo che vive nel Regno Unito da 10 anni farebbe", dice Korwar. "Questo è ciò che mi sembra possa essere la musica indiana in questo momento e questo significa incorporare più voci brown".

La data
26 luglio Conversano, Giardino dei Limoni del monastero di San Benedetto

Biglietti a partire da 11.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright