Ani DiFranco

Ani DiFranco, cantautrice americana, self made woman per eccellenza, a distanza di 6 anni dal suo ultimo live italiano, è pronta ad appassionare il suo pubblico con tre date a settembre.
Entro l'estate è prevista l'uscita del suo nuovo, attesissimo, album di studio.

Le date:
9 settembre Milano, Alcatraz
10 settembre Roma, Orion
11 settembre Firenze, Cavea Nuovo Teatro dell'Opera - spostato al Teatro Puccini

Annunciata Shabsi Mann come Opening Act delle date italiane di Ani DiFranco!

Info orari Milano
Apertura porte: ore 19.00
Shabsi Mann: ore 20:30
ANI DIFRANCO: ore 21:30

Info orari Roma
Porte: ore 20.30
Shabsi Mann: ore 21:00
ANI DIFRANCO: ore 22:00

Info orari Firenze
Porte: ore 20.00
Shabsi Mann: ore 21:00
ANI DIFRANCO: ore 22:00



Dopo 20 anni passati nel music business, continua a descriversi come "Little Folksinger" ma la sua influenza su musicisti, attivisti e gli anticonformisti di tutto il mondo è stato enorme. Si identifica orgogliosamente come una cantante folk, ma è la sua musica è impregnata di soul, funk, jazz, musica elettronica e parole.
Tra i suoi 20 e più album pubblicati, tra cui il doppio cd live Living in Clip (1997) e le due retrospettive sulla sua carriera, Canon (2007), e la più recente Which side are you on (2012), Ani non ha mai smesso di evolvere, sperimentare, testare i limiti di ciò che può essere detto e cantato. La sua numerosa tribù spazia da Pete Seeger e Utah Phillips a tutta una nuova generazione di ventenni cantautori che sono cresciuti con le sue canzoni e spettacoli, oltre a personaggi del calibro di Prince, Maceo Parker, Bruce Springsteen, la Buffalo Philharmonic, Gillian Welch, Cyndi Lauper e l'attivista birmana e premio Nobel Aung San Suu Kyi, con cui ha incrociato in una miriade di modi.
All'inizio della sua carriera, Ani DiFranco ha fatto una scelta, oggi condivisa da molte persone ma controcorrente in quegli anni, di rifiutare accordi discografici di alcun tipo per essere il capo di se stessa. Nel corso degli anni tale decisione si è guadagnata molta attenzione e stima, ma non è mai stata la ragione principale per cui ha fatto registrare il tutto esaurito ai suoi spettacoli in giro per il mondo o perchè i fan discutano ogni sfumatura dei suoi testi e numerosi artisti chiedano a gran voce di lavorare con lei.
La vera ragione è stata quella di poter utilizzare la sua voce e la sua chitarra il più onestamente e liberamente possibile, scrivere e suonare canzoni che provengono direttamente dalla propria esperienza, dalla sua immaginazione senza limiti, dal suo tagliente spirito. Lo ha fatto in bar rumorosi con nient'altro che la testa rasata e una chitarra solitario nel 1990, e lo sta facendo con rinnovata intensità ancora oggi.

Biglietti a partire da 28.75 €ACQUISTA I BIGLIETTI

Seguici su:
   

foto e contenuti Copyright