Hypnotic Brass Ensemble-Nik West-Bokante'

HYPNOTIC BRASS ENSEMBLE
Hypnotic Brass Ensemble è una band di ottoni che si è formata nel South Side di Chicago. È una band a conduzione familiare, visto che i suoi membri sono sette dei figli di una leggenda del jazz della Windy City, Phil Cochran. Trombettista della Arkestra di Sun Ra e tra i fondatori della AACM, che riunì le migliori intelligenze della avanguardia di Chicago, Cochran si curò personalmente dell'istruzione musicale dei figli, che del resto vivevano continuamente a contatto con la musica: il padre faceva le prove delle sue band in salotto.
Dopo l'esordio come Phil Cochran Youth Ensemble, i ragazzi divennero la HBE e con questa sigla hanno girato il mondo e collezionato successi con il loro personale mix di jazz, funk, rock, hip hop. Senza dimenticare le radici delle marching band di New Orleans agli albori del jazz. Hanno lavorato, tra gli altri, con Prince, Gorillaz, Erykah Badu, De La Soul. Una loro canzone ha fatto parte della colonna sonora di The Hunger Games.

NIK WEST
Le sue foto sono apparse nelle copertine di tutte le riviste internazionali di basso elettrico. Del resto basta guardarla, Nik West, per capire che tutto fa di lei una star, a partire dagli eccentrici tagli di capelli e dal look glamour e anticonvenzionale. E dal vivo, la sua esplosiva presenza scenica è uno spettacolo di per sé. Ma la West non è una che si gioca tutto sul look, bensì una performer (vocalista e bassista) e songwriter di talento, con solide basi tecniche nel funky e nel soul, e con una precisa idea di cosa e come suonare. Il suo viaggio attraverso la musica è cominciato in famiglia. Il padre, bravo chitarrista, le insegnò a suonare la chitarra ritmica quanto Nik aveva 13 anni. La ragazzina formo' le prime band con fratelli e sorelle, sempre come chitarrista, per poi scoprire il basso elettrico. In quel ruolo non tardò a farsi notare.
Dave Stewart (Eurythmics) ha parlato di lei come della "versione femminile" di Lenny Kravitz e Prince ha detto: "Una grande presenza sul palco. Lei è fonte di ispirazione come lo furono Sheila E e Rosie". Il suo recentissimo Purple Unicorn ha avuto una nomination agli Independent Music Awards.

BOKANTE'
Molto più che un nuovo supergruppo di word music. Bokante', che l'anno scorso ha pubblicato il suo disco di esordio, Strange Circles, nasce da un incontro fortuito.
Michael League, fondatore e leader di Snarky Puppy, una delle band più popolari degli ultimi anni, ascolto' per caso mentre era a Montreal la voce di Malika Tirolien, una ragazza cresciuta a Guadalupe e naturalizzata canadese. Ne rimase tanto colpito da cominciare a scrivere musiche apposta per lei. Gliele invio' affinché vi aggiungesse le liriche nelle sue due lingue, creolo e francese. Parole che raccontano la realtà di oggi, dal dramma dei rifugiati al razzismo, dalle sofferenze di tante persone alla crisi dell'ambiente.
Attorno a loro due, al loro incontro (Bokante' significa" scambio" in creolo) prese forma la band, costituita da otto musicisti provenienti da quattro continenti e tra loro diversi per lingua, cultura e generazione. Tutti portano sul palco la propria conoscenza e la propria tradizione. Insieme a League (che per l'occasione dal basso passa alla chitarra baritono) ci sono anche altri due Snarky, Puppy, Chris McQueen e Bob Lanzetti, il grande percussionista Jamey Haddad (Paul Simon, Sting), il virtuoso della pedal steel guitar Roosevelt Collier (Lee Boys, Karl Denson), i percussionisti André Ferrari (Väsen) e Keita Ogawa (Banda Magda, Yo-Yo Ma). Molti dei musicisti non si erano mai incontrati fino a quando cominciarono a registrare il loro primo disco nei leggendari Dreamland Studios di New York. Prima della fine della settimana della registrazione, la band si è però sentita coesa in un modo incredibile.

La data
21 luglio Perugia, Arena Santa Giuliana - Umbria Jazz

Biglietti a partire da 23.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright