Tom Walker

Dopo l'enorme successo di "Leave A Light On" - in cima all'airplay radiofonico in Italia per mesi, #1 su iTunes in 16 Paesi, 1 milione e 800mila copie vendute nel mondo e oltre 200 milioni di streaming su Spotify - Tom Walker si prepara a far ritorno in Italia con il suo album di debutto "What A Time To Be Alive" in uscita il primo marzo 2019. Il titolo dell'album è tratto da una delle più belle canzoni d'amore di Walker, "Blessings", ed è indicativo dell'ottimismo di fondo che permea questa raccolta di 12 tracce scritte da Tom da solo o in collaborazione e cantate con il suo inconfondibile timbro vocale. Mentre "Leave A Light On" ha fatto conoscere Tom come rivelazione globale, il suo album senza dubbio consolida la sua reputazione come uno degli artisti più entusiasmanti che ci siano al giorno d'oggi.

Come tanti giovani musicisti, la carriera di Tom ha visto alti e bassi, gioie e delusioni. Questo potrebbe essere il motivo per cui la sua grande voce e le sue canzoni così emotive hanno la capacità di connettersi alle persone e diventare la colonna sonora perfetta di sentimenti come la paura, la perdita, l'amore e l'amicizia. Nei momenti difficili, la musica di Tom ci ricorda di fare tesoro delle cose belle della vita e ci offre speranza. Nato a Glasgow e cresciuto a Manchester, l'amore per la musica lo ha accompagnato per tutta l'adolescenza: a 13 compra la sua prima chitarra e si appassiona a Michael Jackson ("Thriller" è ancora il suo album preferito) AC / DC, Foo Fighters, Underworld, The Prodigy e Muse. Acquista anche alcune apparecchiature per la registrazione in casa e inizia presto a scrivere le prime canzoni. Dopo aver frequentato il Music College decide di continuare gli studi musicali frequentando un corso di laurea in songwriting all'Università di Londra. "In realtà ho fatto domanda per una laurea in chitarra, ma il corso era pieno. Avevo inviato loro alcune delle mie canzoni e mi hanno suggerito il corso di songwriting", dice. "È stato fantastico". La commovente "Leave A Light On", il singolo che lo ha portato al successo, è un brano intenso che parla della sensazione d'isolamento e di lontananza da un caro amico. Tom ammette di darsi a volte "dei pizzicotti" per vedere se sta sognando o se tutto quello che sta succedendo è realtà. Con il duro lavoro però sta finalmente vedendo realizzati i suoi sogni d'infanzia.

Le date:
23 giugno Verona, Teatro Romano
24 giungo Rimini, Corte degli Agostiniani
25 giugno Merano, Die Gaerten von Schloss Trauttmansdorff - World Music Festival
15 ottobre Torino, OGR Torino

Biglietti a partire da 23.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright