A Verba Manent c'è Giorgio Pasotti, "l'istrione dicreto"

Giorgio Pasotti

BERGAMO


Teatro Sociale

Gran finale per «Verba Manent. La forza delle parole». Giovedì 22 maggio, alle 21, al Teatro Sociale ci sarà l'attore bergamasco Giorgio Pasotti in un incontro dal titolo «L'istrione discreto».
Una crescita artistica regolare e sicura porta Giorgio Pasotti ad essere uno degli attori italiani più versatili e professionali. Con il suo stile discreto, lontano dagli atteggiamenti da star di tanti suoi colleghi, riesce a imporre una personalità e una recitazione misurata ed efficace, qualsiasi ruolo interpreti. L'attore bergamasco sarà presto Arlecchino in un film da lui stesso progettato e girato in Bergamo e provincia. Un tributo alle radici di un artista attento all'innovazione e sensibile alla tradizione.
Giorgio Pasotti nasce a Bergamo il 22 giugno del 1973. La sua prima grande passione è il karate, che lo porta, nel 1992, terminati gli studi superiori, a partire per la Cina, dove si allena con la nazionale cinese. Si fa subito notare, tanto che ottiene un provino con la Milestone Production Ltd. Tornato a casa, alterna gli studi di recitazione ad esibizioni di wushu, conquistando l'oro ai campionati europei con la maglia azzurra. Nel 1998 avviene la svolta per la sua carriera cinematografica: Daniele Luchetti lo scrittura per il film «I piccoli maestri». Segue «Ecco fatto», e «L'ultimo bacio», entrambi di Gabriele Muccino. Dopo le prime esperienze italiane di cinema si lancia anche in altri campi dello spettacolo. Il più grande successo di pubblico lo ottiene sul piccolo schermo con «Distretto di polizia». Torna al cinema con Davide Ferrario che lo chiama per «Dopo mezzanotte». Recentemente è stato il protagonista del film d'esordio di Eugenio Cappuccio, «Volevo solo dormirle addosso». Tornato dal set tunisino di« Le rose del deserto» di Mario Monicelli, si è lanciato appunto nella realizzazione del film «Arlecchino», di prossima uscita. Compare in un cameo ne «La grande bellezza», film vincitore dell'Oscar per miglior film straniero 2014.
Ingresso libero su prenotazione presso la biglietteria del Teatro Donizetti, tel. 035.4160601/602/603 da lunedì a sabato dalle ore 13 alle ore 20.