Dal 4 al 6 luglio sul Sentierone la Settima edizione BergamoIncontra

BERGAMO


Quindici incontri, due mostre, una libreria, un'area per le associazioni di volontariato, uno spazio dedicato ai bambini e una zona per la ristorazione. Sono questi i numeri dell'edizione 2014 di BergamoIncontra che quest'anno si interroga su "Come si fa a vivere?" e che torna sul Sentierone dal 4 al 6 luglio.
Nata nel 2008 dall'Associazione Bergamo Incontra, nel corso degli anni si è sviluppata attraverso incontri con diverse realtà non solo cittadine, ponendo al centro la persona, i suoi bisogni e il suo desiderio di conoscere la Verità ultima delle cose e incontrando, come dice il nome, altre persone e altre esperienze mosse dallo stesso interesse.
L'iniziativa gode della collaborazione del Comune di Bergamo; del patronato di Regione Lombardia; del patrocinio della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo e di Confcooperative; ed è inserita nel calendario di Bergamo Estate 2014.
Il tema "Come si f a a vivere?"
Il filo conduttore dell'edizione 2014 è la domanda "Come si fa a vivere'" che dà titolo anche a una delle due mostre in programma. Attraverso le domande vere e profonde che nascono dal vivere quotidiano, il desiderio è quello di capire di più che cosa è la vita. Tutti gli incontri proposti mettono al centro questa domanda, che - presa sul serio - fa sorgere la speranza di incontrare, conoscere e seguire ciò che più corrisponde al cuore dell'uomo rendendolo pieno di soddisfazione.
Gli incontri
Lavoro, città, patto generazionale, diritto, giustizia, educazione, solidarietà sono questi i temi degli incontri proposti nell'edizione 2014, grazie al contributo di una quarantina di ospiti.
Tra i relatori presenti: il professore Giuseppe Bertagna, il vescovo di Bergamo Mons. Beschi, il regista Bruno Bozzetto, il fotografo Federico Buscarino, il giudice della Corte Costituzionale Marta Cartabia, i presidenti del Coordinamento dei Giovani Imprenditori di Bergamo di Ance, Ascom, Confartigianato, Confindustria, il direttore di Vita Giuseppe Frangi, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il cardiologo Carmelo Mammana, la moglie dello scrittore Eugenio Corti Vanda di Marsciano, il direttore della Scuola Oliver Twist Alessandro Mele, il presidente di Sea Pietro Modiano e il segretario generale di Avsi Giampaolo Silvestri,
Tra le proposte due appuntamenti con il mondo della musica: lo spettacolo musical teatrale con Davide Van de Sfroos e Silvia Motta, autrice televisiva e esperta audience TvTalk (Voglio guardare il sole - venerdì 4 luglio ore 20) e un percorso tra storie, canzoni, live music e video originali su Johnny Cash con Walter Muto e la Man In Black Band (Guidato da un desiderio indomabile - sabato 5 luglio ore 20), a cui seguirà la presentazione dell'album "Parole e Musica" di Carlo Pastori e Walter Muto.
Quest'anno BergamoIncontra, in collaborazione con Tag Bergamo, dà spazio anche a giovani, innovatori e maker per incontrarsi e raccontarsi (area Open Tag).
Le mostre
Due mostre autoprodotte compongono l'offerta di BergamoIncontra 2014: "Come si fa a vivere? Prendere sul serio le domande che la vita pone" e "Tutti i respiri della vita. Gli Ospedali Riuniti nelle foto di Federico Buscarino".
"Come si fa a vivere? Prendere sul serio le domande che la vita pone"
Che cosa attendiamo? Dove portano le domande della vita? Che valore ha l'esperienza che viviamo? La mostra, articolata in un percorso fatto di contributi fotografici, letterari e musicali, propone lo stesso tema che dà il titolo alla VII edizione di BergamoIncontra ed è il cuore della sua proposta culturale. Partendo dalle domande più profonde che trovano spazio nell'animo umano, suggerisce uno sguardo sulla propria esperienza per scoprire che siamo fatti per qualcosa di infinito. E che la vita è più grande di quello che spesso pensiamo.
"Tutti i respiri della vita. Gli Ospedali Riuniti nelle foto di Federico Buscarino"
Ci sono luoghi che sono impregnati di vita e di storie in ogni loro minimo angolo. Tra questi gli Ospedali Riuniti di Bergamo, che per anni sono stati la struttura di cura, riferimento per la nostra città. Oggi gli Ospedali sono stati dismessi. La città si è dotata di una struttura tutta nuova, ma gli edifici di Largo Barozzi per quanto svuotati e destinati in futuro a diversa funzione, continuano a parlare e a raccontare tutte le avventure umane che sono passate lì dentro. È un racconto muto che il fotografo, Federico Buscarino, ha raccolto lo scorso inverno, nelle settimane successive al grande trasloco. Le stanze, i corridoi, le sale operatorie, le scale che tutti abbiamo frequentato per momenti di felicità o di sofferenza, appaiono vuoti davanti all'obiettivo. Eppure ogni immagine trasuda della storia e dell'umanità che hanno abitato per tanti anni quei luoghi. È un racconto che attraversa tutta la vita, dal suo inizio con le fotografie delle sale parto, al commiato nella mesta atmosfera degli ambienti destinati all'ultimo saluto ai nostri cari.
Buscarino non ha voluto aggiungere né spostare nulla. Le sue sono immagini nude, che chiedono di essere abitate dai nostri ricordi e dalle nostre emozioni. La domanda di BergamoIncontra 2014 trova infatti in questa cornice una risonanza esistenziale, personale, vera. Così le fotografie di Buscarino nel loro silenzioso proporsi ci invitano a un percorso. Un percorso che rimette al centro il senso e la bellezza della vita
Spazio opere
Le opere nate dal carisma di Monsignor Luigi Giussani e presenti sul territorio bergamasco trovano casa a BergamoIncontra. Sono realtà che operano nel campo dell'educazione, del sociale e della cultura: Scuola Imiberg, Scuola La Traccia, Ikaros, Diesse Lombardia, Portofranco, Avsi, Medicina e Persona, Associazione Famiglie per l'Accoglienza, Bergamo lavoro, Banco di Solidarietà di Bergamo, Banco Farmaceutico, Diva e Divagando, Associazione Pietre Vive, Compagnia delle Opere, Fraternità San Carlo, Compagni di Strada, Russia Cristiana, Coro S. Agostino, Centro Culturale Fabio Locatelli.
Libreria
E' uno spazio dedicato a libri, cd, dvd per grandi e piccini in collaborazione con la libreria Buona Stampa Bergamo. Propone una selezione di titoli originali e fuori da canali commerciali, dedicati all'educazione della persona e per la persona, e libri per approfondire i temi trattati durante la manifestazione. All'interno della libreria saranno poi presentate, direttamente dagli autori, alcune novità editoriali.
Bimbincontra
Uno spazio gioco allestito per i bambini e ragazzi a disposizione delle famiglie, dove ci sarà materiale per diverse attività tra cui il disegno, i travasi e il trucca bimbi e laboratori in collaborazione con alcune realtà della città, come l'Orto Botanico e la Scuola dell'infanzia Regina Angelorum di Bergamo. Durante tutta la manifestazione sarà presente Antonino Calogero con i giochi in scatola della cooperativa sociale Lanza del Vasto.
Per partecipare ai laboratori, gratuiti, è obbligatorio iscriversi bimbincontra@gmail.com.
Allo spazio bimbi è necessaria la presenza dei genitori, mentre ai laboratori è prevista l'assistenza dei volontari.
Ristorazione
Un ampio spazio di BergamoIncontra, all'interno di piazza Dante, è dedicato alla ristorazione, l'offerta è per tutti: rosticceria, forneria, primi e secondi freschissimi, selezionate birre artigianali. Tavoli all'aperto e al coperto pronti ad accogliere giovani e famiglie a prezzi contenuti con un occhio di riguardo per la qualità.
Tutti gli appuntamenti di BergamoIncontra sono ad ingresso libero e gratuito; e si svolgono sul Sentierone, al Quadriportico e in Piazza Dante.
Gli orari di apertura della manifestazione
venerdì dalle 17.30 alle 23.30
Sabato e domenica dalle 10 alle 23.30