Biblioteca Teresiana, conferenza su Galileo

MANTOVA


Biblioteca Teresiana

Il giorno 5 giugno p.v. alle ore 16.00, nelle sale della Biblioteca Teresiana, l'Accademia Nazionale Virgiliana ricorderà un episodio della quasi-guerra fra papato e Repubblica di Venezia che ebbe come protagonisti Mantova e Galileo. Era il 1611 e i gesuiti convocarono a Mantova un grande Congresso che rappresentava una sfida alla Serenissima, dai territori della quale erano stati scacciati qualche anno prima a causa dell'Interdetto papale. Nell'occasione chiamarono uno scienziato gesuita da Parma a tenere un Discorso sulle altezze delle montagne lunari; in realtà, a mostrare che la scienza dei gesuiti era superiore a quella degli scienziati laici e dare una lezione a Galileo, che fino all'anno prima era dipendente della Repubblica. Anche le scoperte scientifiche possono diventare strumenti ideologici.
Nel Congresso ora convocato dagli Accademici virgiliani per celebrare il 450° compleanno di Galileo, interverranno RODOLFO SIGNORINI che illustrerà il contesto storico, LEDO STEFANINI che parlerà del problema galileiano dell'altezza dei monti lunari, UGO BAZZOTTI che farà la storia dei luoghi della città in cui il Discorso venne tenuto, e CLAUDIO FRACCARI che leggerà brani del Discorso del gesuita. Un'occasione per porre a confronto due concezioni della cultura e del loro uso a fini politici e per ricordare l'importante ruolo politico-culturale che Mantova aveva agli inizi del Seicento.
A ricreare l'atmosfera del tempo contribuirà un concerto di musiche del Seicento curato DA PAOLA BESUTTI, con musiche di Giulio Caccini, Michelangelo Galilei (fratello di Galileo), Vincenzo Galilei (padre di Galileo), Jacopo Peri e Claudio Monteverdi, in edizioni originali del XVI e XVII secolo, con ANNA SIMBOLI ( soprano), FRANCESCO MOI (clavicembalo) e ILARIA FANTIN ( liuto).
La prima parte dell'incontro avrà luogo nella Sala delle Vedute, al piano terra della Biblioteca Comunale Teresiana, entrata da Via Ardigò n. 13, aperta al pubblico interessato.