"Al di là delle nuvole", incontro con l'alpinista Fausto De Stefani

Fausto De Stefani

PRESEZZO


Sala polifunzionale dell'oratorio, piazza Papa Giovanni XXIII

Nell'ambito della rassegna «Tierra! Nuove rotte per un mondo più umano», organizzata dal Sistema bibliotecario di Dalmine e di Ponte San Pietro per parlare, in incontri e spettacoli, di uomo e ambiente, venerdì 13 marzo alle 20.45 nella sala polifunzionale dell'oratorio di Presezzo, in piazza Papa Giovanni XXIII, incontro con Fausto De Stefani, uno dei più grandi alpinisti italiani, nella serata «Al di là delle nuvole». De Stefani è il secondo alpinista italiano dopo Reinhold Messner e il sesto al mondo ad aver scalato tutte le quattordici vette superiori agli 8000 metri. Tutte le salite sono state compiute senza l'uso di bombole d'ossigeno, eccetto quella sull'Everest del 1996. A Presezzo racconterà intense storie di montagna, il suo forte legame con i Nepal e il suo attuale impegno per aiutare questo paese nella lotta contro la povertà. A lui, e alle associazioni che lo sostengono, si devono la creazione di una scuola, di un convitto e di un poliambulatorio. De Stefani è anche ambientalista e fotografo naturalista. Ha una collezione di circa 15mila diapositive, alcune delle quali esposte in varie città europee. Ha iniziato l'attività alpinistica a diciotto anni. Nel 1972 è diventato istruttore provinciale di addestramento di salita su roccia e ghiaccio per il Club Alpino Italiano. Per dieci anni ha svolto un'intensa attività per lo più sulle Alpi occidentali e centrali, aprendo nuove vie. All'età di ventinove anni, nel 1981, diventa Istruttore Nazionale di Alpinismo del CAI.
La serata è a ingresso libero.