Mercatini e laboratori: una giornata a Cangione

VAIANO


Una giornata di festa con banchi, banchini, laboratori e una cena finale. Il tutto legato a un unico tema declinato in varie sfumature: lo spreco. Che si tratti di spreco alimentare, spreco di oggetti, materiali, spreco di soldi o energie l'amministrazione comunale e in particolare il vicesindaco Melissa Stefanacci ha deciso di realizzare una prima giornata per sensibilizzare attraverso momenti di divertimento e approfondimento questo tema.
La giornata dedicata sarà quella di sabato 14 gennaio. Dalle 10 alle 16 al parco di Cangione di terranno mercatini di vario genere: «Avremo i mercatini di filiera corta per acquistare prodotti locali - spiega l'assessore all'ambiente Melissa Stefanacci - e questo per quanto riguarda la sensibilizzazione allo spreco alimentare. Ci sarà poi il banco del mercatino del riuso dove il tema dello spreco invece sarà declinato all'acquisto di oggetti di vario tipo: spesso infatti abbigliamento od oggetti di ogni tipo li buttiamo quando ancora sono in buono stato e potrebbero essere utili per altri. Ci sarà poi il banco del baratto del libro, e in questo caso si vuole sensibilizzare a non sprecare la cultura: anche in questo caso libri che noi abbiamo già letto possono essere utili per altri che ancora non li hanno potuti leggere e ampliare la mente di altre persone.
Infine ci sarà anche un banchino di prodotti ecologici di tipo detersivi e altro che però non inquinano e rispettano l'ambiente. Anche in questo caso il tema è lo spreco: si vuole ricordare infatti di non sprecare i propri soldi acquistando prodotti che oltretutto possono fare male all'ambiente».
Oltre al mercatino la mattina si terrà anche una visita guidata al mulino Bardazzi dalle 10 e a seguire, alle 11, presso i locali della Sartoria di Vaiano, un laboratorio con Stefania Storai sulla panificazione casalinga; poi spazio alle donne della Sartoria che daranno consigli utili per ricette gustose da realizzare con i cibi avanzati.
Dalle 20 poi cena alla Sartoria con le ricette antiche. Anche qui il tema della serata è lo spreco: il menù sarà tutto a base di ricette per riutilizzare cibi avanzati, dalle polpettine di sedano alla ribollita e al lesso rifatto per poi terminare con i famosi cenci della Sartoria.