Mirador

Mirador

CAREMA


Sabato 22 ottobre dalle ore 21, nell'ambito di "Lingue Madri 2016", a Carema presso l'Antica Chiesa dei Disciplini, detta di San Matteo si terrà "Mirador", che in occitano significa belvedere. E' uno spettacolo musicale che racconta, come un colpo d'ala sull'Italia, la singolarità di luoghi, lingue e minoranze linguistiche, storie, suoni. Differenze e lontananze che condividono un aspetto comune: la bellezza. Sul palco ci sarà la band Blu L'azard, composta da Peyre Anghilante, Flavio Giacchero, Marzia Rey, Pierluigi Ubaudi. Blu L'azard è un gioco di parole e linguaggi: azard (fr. hasard) significa caso, possibilità, occasione ma anche destino, quindi azard potrebbe significare anche l'azzardo ma se scritto lazard, sia in francoprovenzale che in occitano, significa "ramarro" (fr. lèzard), la grande lucertola colorata caratterizzata da uno spiccato senso della curiosità. Così il nome del gruppo può indicare un blu ramarro, che è uno dei colori più vistosi di questa grande lucertola, oppure un poetico blu destino, un destino blu, il blu del caso, un blu della possibilità, il blu dell'azzardo, il blu del Romanticismo, i fiori blu di Queneau... e così via, ognuno può scegliere l'immagine e la metafora che preferisce, preferibilmente colorata e che il destino, il caso o un ramarro ci faccia incontrare.