Il bombardamento di Comeana del 17 gennaio 1944

CARMIGNANO


«Si è sempre pensato che le bombe americane fossero cadute sul paese per sbaglio il 17 gennaio 1944. Pare che non fu così».

La verità sta in quei trentacinque minuti di video in cui, alle interviste degli anziani del paese, testimoni diretti dell'evento, allora giovani se non bambini, si susseguono inediti documenti di archivio, foto e resoconti militari.

E' il lavoro realizzato dall'associazione culturale «Frammenti di memoria» grazie ad un progetto nato in collaborazione conla Casa Accoglienza Anzianidi Comeana.

L'idea è nata da quell'amore per la ricerca storica, focalizzato particolarmente sul periodo della Seconda Guerra Mondiale e prevalentemente nell'ambito del territorio, che anima i componenti del gruppo, che impiegando tempo e risorse nella paziente opera di setaccio di siti bellici, biblioteche ed archivi alcuni anni fa ha dato vita ad un importante centro di documentazione e ad un piccolo, ma interessante, museo nel paese di Comeana.

Così sul bombardamento di Comeana del 17 gennaio 1944 hanno iniziato a raccogliere testimonianze orali e documenti di vario genere e provenienza. Alla memoria e ai ricordi di chi c'era si sono sommati scoperte inedite e così si è fatta strada anche una rappresentazione diversa da quella che fin'ora era stata dipinta.
L'appuntamento è per martedì 17 gennaio alle 21 in sala consiliare a Carmignano con «Il bombardamento di Comeana del 17 gennaio 1044».