Rossana Casale porta in concerto Giorgio Gaber

CASTELLANZA


Sabato 12 Luglio alle ore 21.00 il cortile del Palazzo Municipale sarà il palcoscenico privilegiato per l'esibizione di una cantante di livello internazionale: Rossana Casale proporrà, infatti, agli ascoltatori il concerto "Il Signor G e l'amore" un omaggio dedicato a Giorgio Gaber, il cantautore milanese scomparso nel 2003. "Il Signor G e l'amore" è il secondo appuntamento con la musica di "Emozioni dEstate", il programma culturale estivo proposto dall'Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza.
Cantautore, commediografo, regista teatrale e attore, Giorgio Gaber è sicuramente uno dei più importanti artisti italiani del secondo dopoguerra. Il Signor G, come è affettuosamente chiamato dai suoi ammiratori, a più di dieci anni dalla sua morte viene ricordato nel Festival teatro canzone Giorgio Gabe,r ideato nel 2004 dalla Fondazione Giorgio Gaber, dagli artisti che con lui hanno lavorato e cantano le sue canzoni.
Rossana Casale, accompagnata da Emiliano Begni al pianoforte, da Francesco Consaga ai sassofoni e da Ermanno Dodaro al contrabbasso, da luglio 2013, in occasione del decimo anniversario della morte di Gaber, porta nei maggiori teatri italiano il suo tour "Il Signor G e l'amore", dedicato a Giorgio Gaber e a Sandro Luporini, storico collaboratore dell'artista e con lui iniziatore del genere teatro-canzone, e alla loro visione controversa e ironica dell'amore, della coppia e del matrimonio.
Rossana Casale è una cantante jazz apprezzata all'estero come in Italia, che ha collaborato con i maggiori artisti della nostra musica (Mina, Roberto Vecchini, Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Vasco Rossi, Zucchero e Mia Martini solo per citarne alcuni), ma anche attrice di teatro (ha interpretato Sugar - il ruolo che fu della Monroe al cinema - in "A qualcun piace caldo" con Gianmarco Tognazzi e Alessandro Gassman e Audrey ne "La Piccola Bottega degli Orrori"). Dal 2013 Rossana Casale porta in concerto il Signor G., perché come sostiene la cantante, "...Quando canti per la prima volta le canzoni di Gaber, sai che non potrai più smettere. Da qui l'idea di scegliere dal vasto repertorio gaberiano, la splendida tematica sull'amore, raccontando al pubblico il pensiero su un tema per lui difficile, intimo, pieno di pensieri contrapposti: la verità e la bugia, la libertà obbligatoria e il ritorno necessario, il "bisogno di inventare" e la ricerca del senso, la gabbia e l'abituale, il falso e la tenerezza, il lucchetto, il fuori, il grido e quella parola così difficile da pronunciare come ha più senso come ha più valore questo nostro. Mettere insieme quelle canzoni e allo stesso tempo fare la scelta dolorosa di evitarne talune per pudore, perché troppo SUE, ascoltarle e cantarle una dopo l'altra, è come sedersi ad un tavolo con Giorgio Gaber - dice la Casale - e ascoltarlo, a volte serio a volte sarcastico, raccontare della sua vita, ma anche della tua e di quella di tutti." Nasce così il concerto "Il Signor G e l'amore", in cui Rossana chiama a sé il jazz, senza forzarlo nella sua impronta e senza cambiare il nome degli accordi originali. "Il jazz apre il racconto alla sua profonda verità, corre ai confini assoluti del creativo, ma cade anche fino al baratro, se è quello di cui necessiti per non tralasciare nulla. Unire il jazz a Gaber, mi conduce ogni volta in una spirale di emozioni che non si può spiegare a parole."
L'Assessore alla Cultura della Città di Castellanza, Fabrizio Giachi, da sempre sensibile alle tematiche della canzone d'autore, non poteva non cogliere l'opportunità di portare a Castellanza un concerto così raffinato, perché "Quando sarò capace d'amare", "Il Desiderio", "Il dilemma", "Ora che non sono più innamorato", "Un alibi", "Un uomo e una donna", "Chissà dove te ne vai", "È sabato", sono alcune delle meravigliose canzoni che Gaber e Luporini hanno scritto sulla loro visione della coppia, del matrimonio e dell'amore. Sì, perché per Gaber era un tema importante e allo stesso tempo delicato. Il suo pensiero sull'argomento ha sempre camminato a fianco a quello che provava sull'essere umano moderno, sempre intrappolato in una vita banale, ripetitiva e borghese. Rossana ci racconta "Il Signor G e l'amore" attraverso le sue canzoni ed alcuni dei suoi monologhi più significativi. Ad affiancare Rossana, saranno sul palco il pianista Emiliano Begni, il sassofonista Francesco Consaga ed Ermanno Dodaro al contrabbasso, musicisti che si muovono tra jazz, musical e canzone d'autore, contribuendo allo straordinario successo del tributo gaberiano in tutta Italia."
Ingresso libero - in caso di maltempo il concerto si terrà al Teatro di Via Dante.