Al via gli incontri al Centro "Cuorgnè viva"

Cuorgnè

CUORGNÈ


Il centro incontri Cuorgnè Viva apre la stagione degli appuntamenti con una conferenza sulla relazione figlio-genitori analizzata secondo i dettami della genodiscendenza e attraverso il suo "Manuale di automedicazione affettiva". L'appuntamento è per martedì 25 ottobre alle ore 21 nella sede di via San Rocco 9 a Cuorgnè. Relatore della serata sarà Alessandro Lampugnale, fondatore e ideologo della Genodiscendenza, mentre il moderatore sarà Dario Noascone, consulente generazionale familiare Ocg. "Tutti, da figli, siamo portatori delle emozioni e dei valori ricevuti dalla nostra radice dinastica - spiegano gli organizzatori - Eppure da adulti, nelle relazioni figlio-genitore o di coppia, ciò che siamo, ciò di cui abbiamo bisogno e ciò che sappiamo essere le esigenze dell'altro, sovente vengono ignorati o dimenticati. Recuperare, rivisitandole, le relazioni d'origine, permette di ritrovare e riscoprire il senso dell'affettività e delle relazioni, prima verso se stessi e poi verso gli altri. Riflessioni, sperimentazioni ed azioni, il tutto alla luce del cammino di sviluppo che la genodiscendenza ha tracciato per chi vuole approfondire e ripercorrere le relazioni tra figli e genitori e le dinamiche ed influenze che portano a condizionare il vivere di ogni individuo nel contesto personale, relazionale, individuale e lavorativo". Nel corso della serata sarà anche presentato il libro "Il frutto e l'albero", manuale di automedicazione affettiva, la cui versione integrale digitale (e stampabile), sarà distribuita gratuitamente a coloro che interverranno, personalizzata con dedica. L'ingresso è libero.