Conversazioni pavesi con Massimo Recalcati

massimo recalcati

PAVIA


Sala Conferenze del Broletto

Nuovo appuntamento per le Conversazioni pavesi, gli incontri durante i quali uno o più personaggi del mondo della cultura, della scienza, dell'arte e dello sport intrattengono il pubblico con una "conversazione" appassionante e partecipata. Martedì 20 maggio alle ore 21, nella Sala Conferenze del Broletto, tocca a Massimo Recalcati, noto psicanalista di scuola lacaniana, intrattenere con Chiara Argenteri, giornalista e docente di Scienze Umane, una conversazione dal titolo: "Trauma e perdono nella vita amorosa".
Mentre in Europa si parla di poliamore (relazioni multiple accettate da un accordo di coppia) e la coppia aperta sembra diventare l'unica risposta possibile alla società frenetica in cui tutto, anche i rapporti, si disfano di continuo, e in cui avere e possedere sembrano le uniche soluzioni alla noia, lo psicanalista Massimo Recalcati, membro dell'Associazione lacaniana, fa un elogio dell'amore e lo pubblica nel suo ultimo saggio Non è più come prima. Elogio del perdono nella vita amorosa (Raffaello Cortina editore), scritto per celebrare il trentennale della morte del suo maestro, Jacques Lacan.
"Viviamo in un mondo "senza sale", liberi di avere tutto. Per capriccio più che per interesse - dice Recalcati -. Siamo nel tempo della morte del desiderio, perché non è desiderio quello che viviamo ma la sua riduzione a capriccio, dominata da una compulsione a godere, che soffoca ogni possibilità di volere davvero qualcuno o qualcosa. Per essere felici c'è solo una strada: ritrovare lo slancio di volere davvero".