Conversazioni pavesi: Valerio Mattioli dialoga con Giulia Cavaliere

valerio mattioli

PAVIA


Cenacolo delle Muse di Palazzo Broletto (3 piano)

Nuovo appuntamento per le Conversazioni pavesi. Sabato 15 ottobre (ore 18) nel Cenacolo delle Muse di Palazzo Broletto di Pavia (3 piano) sarà protagonista Valerio Mattioli, giornalista, critico musicale (scrive, tra gli altri, per Blow Up, Vice, XL di Repubblica), musicista nel gruppo Heroin in Tahiti e autore di saggi, che dialogherà con Giulia Cavaliere, giornalista musicale per diverse testate, tra cui Rolling Stone Italia, in un appuntamento dal titolo "Spaghetti Wasteland - la storia segreta della musica italiana".
La Conversazione partirà dall'analisi dell'ultimo libro di Valerio Mattioli, "Superonda. Storia segreta della musica italiana" (edito da BaldiniCastoldi), un libro-mammut, una vera e propria Bibbia (non) tascabile (viste le 656 pagine) in cui l'autore squarcia il velo dell'oblio su un periodo di grossa rilevanza negli sviluppi non esclusivamente musicali dell'Italia del boom economico, indagando in un flusso temporale continuo che dal 1964 (l'anno in cui esordiscono i primi gruppi beat e Morricone pubblica la colonna sonora di Per un pugno di dollari) arriva fino al 1976 (l'anno dell'ultimo Parco Lambro, un evento talmente traumatico da sancire un prima e un dopo per quello che fino a quel momento era conosciuto semplicemente come "il Movimento"), ripercorrendo musiche e avvenimenti, movimenti e dinamiche trasversali, influenze e situazioni che hanno portato l'Italia a crescere internamente, e a costruirsi, all'estero, una reputazione. Nel libro ci sono Battiato e Morricone, Sanremo e Battisti, ma anche e soprattutto moltissima musica del sommerso italiano. Brani e composizioni che all'estero hanno ammiratori ed estimatori reali, e che invece da noi spesso giacciono silenti e dimenticate nel limbo risultato. Superonda è una specie di affresco a 360 gradi di un'Italia ancora in via di definizione.

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.