Festival dell'illustrazione

rodolfo viganò, festival illustrazione pavia

PAVIA


Castello Visconteo

"Tutto cominciò con una zuppa - Il cibo attraverso la metafora dell'illustrazione". È questo il titolo della settima edizione del Festival dell'Illustrazione che si tiene dal 3 ottobre al 2 novembre al Castello Visconteo.
L'edizione del 2014 vuole mettere a fuoco la bellezza e la carica della cultura, dell'arte e della tradizione pavese in ambito locale e nazionale evocando nel titolo "Tutto cominciò con una zuppa - Il cibo attraverso la metafora dell'illustrazione" un forte legame con il territorio che, poco importa che si tratti di cronaca o di misteriosa leggenda, entrò nella storia della gastronomia proprio grazie ad una zuppa. Con lo sguardo già proiettato al futuro, il Festival anticipa i temi dell' EXPO 2015 - Nutrire il pianeta, energie per la vita - concentrandosi sul tema del cibo nella produzione artistica con la convinzione che l'arte, in questo caso quella dell'illustrazione, sia "cibo" indispensabile per l'anima e per la promozione della cultura e della conoscenza. Dal punto di vista contenutistico, l'ambito culinario è un interessante "paesaggio", reale e immaginario, da esplorare: consente di mettere a fuoco le diverse componenti legate alla relazione fra arte e cibo; di leggere tra le righe della tavola, le qualità di socializzazione tra esseri umani; di indagare le tematiche dell'interdipendenza planetaria e della sostenibilità dello sviluppo globale.
Il Festival ospiterà le opere dei più importanti autori italiani, tra cui Grazia Nidasio e Federico Maggioni, presenze costanti che impreziosiscono ogni anno la manifestazione pavese, insieme alle opere originali di altri nomi noti del panorama nazionale: Allegra Agliardi, Manuela Bertoli, Max Casalini, Michel Fuzellier, Ambra Garlaschelli, Gabriella Giandelli, Cecilia Granata, Daniele Melani (Spider), Giovanni Mulazzani, Fabian Negrin, Giulia Orecchia, Valeria Petrone, Alberto Rebori, Alessandra Scandella, Guido "Bau" Scarabottolo, Gianluigi Toccafondo, Marco Ventura, Rodolfo Viganò.
Inoltre, all'edizione 2014 saranno presenti i lavori degli artisti Plumcake che con il loro il gusto pop, la sfida al kitsch e il recupero degli stereotipi cari ai fumetti e alla pubblicità e dei simboli dall'immediato impatto comunicativo hanno esposto i loro lavori in numerose e importanti gallerie internazionali.
Un altro artista pavese che arricchisce con la sua caratura il Festival è Marco Lodola che, dopo essersi fatto conoscere a livello internazionale per la sua personale poetica della luce e il grande successo dell'installazione luminosa Ponticino, donata alla città di Pavia, presenta il suo lavoro alla mostra.
Tutti gli artisti, attraverso il loro segno, si sono divertiti ad interpretare tanto improbabili quanto irrealizzabili ricette o ad illustrare ricette di personaggi famosi, da Coco Chanel a Babbo Natale, come nel caso della sezione "Stupefatti Fornelli" le cui immagini sono tratte dal libro inedito di Pier Paolo e Andrea Cornieti e illustrato da Libero Gozzini, altro nome di primaria importanza e già presente nelle passate edizioni del Festival. La prefazione del libro è di Gualtiero Marchesi, "cuoco letterato" di origini pavesi e uno dei più grandi Chef italiani e internazionali, che con la sua presenza all'inaugurazione del Festival e un contributo per il catalogo, renderà l'edizione del 2014 ancora più ricca e speciale.
Sarà inoltre realizzata una "sezione del territorio" dedicata ad artisti che consentono a Pavia di essere inserita in un'importante tavolozza culinaria nel panorama nazionale e internazionale.
Il programma completo e dettagliato è consultabile sul sito web www.festivalillustrazionepavia.it