Gran finale della Festa del Ticino

pavia

PAVIA


E' domenica 7 settembre la giornata del gran finale della Festa del Ticino.
Si parte subito dalla mattina quando, dalle ore 9 (e fino alle 23) sul Lungoticino Sforza e Visconti, si svolgerà il Gran Mercato delle bancarelle, organizzato da ASCOM e Confesercenti.
Nella sala mostre del Castello Visconteo è aperta, ancora fino alle ore 18, Altari Mediterranei. Pellegrinaggio d'Amore - dalla Passione alla Coscienza, la personale di Luigi Camarilla.
La mostra - ispirata agli altari votivi presenti nella zona del Mediterraneo che riprendono l'idea di spiritualità legata ai percorsi di fede e di cultura, come quello della Via Francigena che attraversa Pavia - è inserita nel programma della IV edizione del Festival Europeo "Via Francigena Collective Project", promosso dall'Associazione Europea delle Vie Francigene e dall'Associazione CIVITA, e ha ottenuto il patrocinio del Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo e della Commissione Europea, e quello della Regione Lombardia. Protagonisti dell'esposizione sono 32 altari tridimensionali ricavati dall'assemblaggio di frammenti di tavole di barche (dei mari del sud) usurate dalle intemperie, materiali naturali (rocce, sabbie, piante) e interventi pittorici successivi.
Dalle ore 18, in Piazza Cavagneria e poi nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto di Pavia, Marco Lodola racconterà alla città, attraverso la musica (con un concerto) e la fotografia (con una mostra), il suo nuovo progetto di arte pubblica: l'installazione luminosa per il Ponte dell'Impero di Pavia: Ponticino.
La serata, presentata da Red Ronnie, si aprirà sul palco allestito in piazza Cavagneria con il concerto dei Fluon, band formatasi nel 2011 dall'incontro tra Andy, ex Bluvertigo e ora frontman, Fabio Mittino e Faber. I Fluon suoneranno insieme alla giovane cantautrice-pianista Beatrice Antolini.
Dopo un'introduzione di Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia, la serata continuerà con una conversazione tra l'artista Marco Lodola ed Enzo Iacchetti, e gli interventi di Max Pezzali, Ron, Drupi e del comico Gianni Fantoni.
Seguirà l'inaugurazione della mostra fotografica, nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, che illustra le diverse fasi di lavorazione del progetto luminoso. Una trentina gli scatti fotografici realizzati da Marcella Milani, Graziano Perotti e Bianca Lodola che raccontano, attraverso l'occhio del fotografo-artista, il work in progress di Ponticino e rimarranno esposti fino al 21 settembre. Accanto, come trait d'union con il passato e la memoria storica, sono inserite alcune immagini d'epoca del Ponte dell'Impero, tratte dall'Archivio Chiolini, testimone "ufficiale" delle realizzazioni urbanistiche pavesi del Ventennio e poi fotografo principe della vita cittadina, e conservate presso la Fototeca storica dei Musei civici del Castello Visconteo.
La mostra sarà accompagnata dalla performance pittorica del Gruppo Fu*Turista (IUCU, Lele Picà, Alessandro D'Aquila), che dipingerà una riproduzione del ponte.
Ponticino sarà acceso la sera stessa, prima del Gran Finale della Festa del Ticino 2014, con lo spettacolo pirotecnico, in programma alle 22 all'Area Vul, realizzato con il contributo di ASM Pavia.