Una notte al Museo

castello pavia

PAVIA


Musei Civici

I Musei Civici del Castello Visconteo celebrano l'arrivo della stagione più calda dell'anno con una grande festa: Una Notte al Museo. Sabato 14 giugno le sale espositive apriranno gratuitamente al pubblico dalle 21 alle 24 e, accanto a performance artistiche e interessanti iniziative, tutte gratuite, saranno presentate due mostre di arte moderna e contemporanea.
Insieme alle sezioni museali - Archeologica, Longobarda, Romanica e Rinascimentale, Pinacoteca Malaspina, Pinacoteca del '600 e '700, Quadreria dell' '800 e Collezione Morone, Museo del Risorgimento -, sarà accessibile al pubblico "La casta Susanna" di Pompeo Batoni, la preziosa opera della metà del Settecento esposta fino al 20 giugno in una sala pensata appositamente per ospitare un capolavoro alla volta, in modo da privilegiare il contatto diretto con l'opera e una fruizione "slow". Un video focus e alcuni documenti scelti accompagnano l'esposizione e consentono di approfondire la storia del dipinto, l'iconografia e la sua collocazione nella produzione dell'artista.
La Quadreria dell' '800 ospiterà la mostra "Genio ribelle all'Accademia di Pavia", dedicata a Federico Faruffini (Sesto San Giovanni 1831 - Perugia 1869). Olii su tela, acqueforti, stampe: sono una quindicina le opere protagoniste nelle sale del Castello fino al 21 settembre e, accanto ai dipinti già patrimonio d'arte dei Musei Civici e provenienti dalle raccolte ottocentesche della Scuola di Pittura e da collezioni private cittadine, saranno esposte per la prima volta le opere pervenute ai Musei nel 2012 per legato testamentario dell'erede e recentemente oggetto di restauro da parte di Paola Zanolini.
I colori e le suggestioni del Mediterraneo animeranno poi le sale del Castello Visconteo fino al 31 agosto grazie ad "Altari Mediterranei. Pellegrinaggio d'Amore - dalla Passione alla Coscienza", la personale di Luigi Camarilla. La mostra - ispirata agli altari votivi presenti nella zona del Mediterraneo che riprendono l'idea di spiritualità legata ai percorsi di fede e di cultura, come quello della Via Francigena che attraversa Pavia - è inserita nel programma della IV edizione del Festival Europeo "Via Francigena Collective Project", promosso dall'Associazione Europea delle Vie Francigene e dall'Associazione CIVITA, e ha ottenuto il patrocinio del Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo e della Commissione Europea, e quello della Regione Lombardia.
Protagonisti dell'esposizione sono 32 altari tridimensionali ricavati dall'assemblaggio di frammenti di tavole di barche (dei mari del sud) usurate dalle intemperie, materiali naturali (rocce, sabbie, piante) e interventi pittorici successivi. Legni di barche dei pescatori, ma anche scafi dei migranti che attraversano il canale di Sicilia: la spiritualità mediterranea è il nucleo tematico esplorato con spirito antropologico dall'eclettico Camarilla (siracusano di nascita, milanese d'adozione), attingendo alle tradizioni popolari mediterranee.
L'arte contemporanea trova spazio anche sotto il porticato del Castello e nella Pinacoteca del '600 e '700 grazie alle installazioni di due artisti di fama internazionale come Robert Pettena, protagonista con l'opera Smithson, e Giovanna Torresin, con il suo Tappeto da preghiera.
Durante la serata, l'arte prenderà vita attraverso la performance "Danza in corso". In un intreccio di arti diverse che si integrano e si esaltano a vicenda, ballerini realizzeranno una performance ispirata ad un dipinto conservato nella Pinacoteca del '600 e '700, il "Giudizio di Paride", realizzato da Nicola Malinconico, pittore tardo barocco di origini napoletane.
Nel porticato del Castello sarà allestita un'esposizione di aeromodelli a cura del Gruppo modellistico Belgioioso. I visitatori potranno assistere anche ad una suggestiva dimostrazione di volo notturno nel cortile del Castello.