"Il passerotto di Francia" - omaggio a Edith Piaf

SORI


Teatro del Levante

Sabato 21 marzo ore 21 è la volta dell'omaggio, nell'anno del centenario della sua nascita, all'interprete de "La vie en rose", Edith Giovanna Gassion, soprannominata per la sua minuta statura "passerotto", nell'argot parigino si dice piaf.
Una produzione Nuovo Orizzonte Spettacolo che porta in scena Edith Piaf il passerotto di Francia con Sarah Biacchi, al pianoforte Ivano Guagnelli, coordinamento musicale a cura di Lino Patruno, costumi Silvana Galota
testo e regia Davide Strava.
Nasceva a Parigi nel 1915 colei che sarebbe diventata il "passerotto di Francia", Edith Piaf che già a sette anni dovette muovere i primi passi verso la musica, cantando per suo padre in strada per qualche spicciolo.
L'autore e regista Davide Strava affida alla voce della stessa Edith/Sarah Biacchi, e al pianoforte di Ivano Guagnelli, il racconto degli amori, sviluppandone quattro.