Bob Geldof apre "Lo spirito del pianeta"

Bob Geldof

CHIUDUNO


Polo fieristico

«Si chiama "Lo spirito del pianeta", perché è l'essenza di ciò che noi tutti eravamo, e che ancor'oggi alcune persone vogliono essere e non dimenticarsi». Lo dice Ivano Carcano, direttore e fondatore del festival. E ce ne sono state tante di persone che hanno dato prova di non volersi dimenticare di questo spirito nel corso delle 13 edizioni precedenti: facendo una media e sommando, circa un milione e mezzo di persone. Dal 30 maggio al 15 giugno, sempre al Polo Fieristico di Chiuduno, sempre a ingresso libero, va in scena la quattordicesima edizione del festival.
Tra i protagonisti, uno di quelli che del pianeta non si è mai dimenticato: Bob Geldof. Per lui unica data in Italia, il 30 maggio, e l'onore di aprire il festival (concerto a ingresso gratuito così, come per tutti gli altri appuntamenti). Unica data in Italia anche per uno dei gruppi di musica celtica più famosi nel mondo, gli Altan, il 31. E pi ci saranno Apaches (Arizona); Tamburi del Burundi; Daiko (tamburi del Giappone); indiani Zuni del New Mexico; Indios delle Ande argentine; Aztechi (Messico); Gruppo della Mongolia; Sami della penisola russa; Saor Patrol (Scozia); Maoori (Isole Cook); i tamburellisti di Montepadulo (pizzica del salento); Birkin Tree (celtica Italia); Trataburata (celtica Italia); Area di danze (folk Bergamo); Samadur ( tradizionale Bergamo); Mcnando (celtica Italia); Jigrigmusica (celtica Italia); Sangineto (celtica Italia); un rappresentante del Togo, con le esibizioni delle marionette tradizionali; un Cheyenne con dimostrazioni di artigianato tradizionale dei nativi americani.

Scarica Documentazione: