Torna alla lista degli eventi
il 31 luglio 2018

The Kenny Garrett Quintet

Le date
dall'1 luglio al 17 agosto Roma, Arena (Isola di Roma)

Il programma

4 luglio - Alexandr Misko

Alexandr Misko, considerato uno dei più grandi chitarristi al mondo si esibirà per la platea romana nel setting emozionante dell'Isola Tiberina.
Alexandr spazierà in un set armonioso tra canzoni originali e cover di canzoni rock e pop degli anni 70/80. Suonerà lo strumento come un intera band, attraverso la percussione della cassa armonica della chitarra, l'utilizzo delle chiavi di basso, la ritmica, gli armonici a guidare la melodia e i cambi di accordatura che fanno di Alexandr un vero genio dello strumento.
È considerato a soli vent'anni il più grande chitarrista solista del "percussive fingerstyle". È un compositore e un arrangiatore. Pur giovanissimo si esibisce in tutto il mondo ed ha partecipato a diverse trasmissioni televisive e recentemente alle riprese di un programma di TED sulla sua tecnica chitarristica. Nel 2016, ha pubblicato il suo primo album, "The Songs of Adolescence", con musiche oridginali da lui composte, e nel dicembre 2017 ha pubblicato il secondo album, "Beyond The Box".

Alexandr ha più di 20 milioni di visualizzazioni sul proprio canale YouTube con 220.000 abbonati. L'anno scorso il suo video della cover di Michael Jackson Billie Jean e la cover di Careless Whispers di George Michael hanno registrato oltre 80 milioni di visualizzazioni su Facebook in un mese.

8 luglio - Yamanaka Electric Female Trio

Di Chihiro Yamanaka dice il New York Times: "Tra le pianiste più importanti e geniali del 21° secolo" o La Repubblica "Straordinaria, dinamica, è semplicemente una grande pianista". Si esibirà a Jazz & Blues Isola di Roma con un trio tutto al femminile di grande dinamica e potenza.

11 luglio - Carla Bley Trios - Annullato

Del trio di Carla Bley dice il New York Times "Trios" è un tour trionfale attraverso il suo libro di composizioni finemente scolpite - a volte elegiaco, a volte evasivo, sempre distintamente suo.
Da oltre cinquant'anni sulla linea del fronte della musica Jazz, Carla Bley rappresenta l'essenza della creatività stilistica dove la composizione e l'improvvisazione si fondono in un genere personale dalle tinte geniali.

18 luglio - The Bad Plus

I Bad Plus, la band che ha rivoluzionato il concetto di trio jazz dice il Corriere della Sera.
Tra i trio più originali della scena jazz degli ultimi quindici anno hanno sostituito le composizione dal 1920 al 1065 usando invece il rock, il pop e la musica elettronica come veicoli per l'improvvisazione jazz contemporanea.
Suoneranno a Jazz & Blues Isola con la nuova formazione con Orrin Evans al piano (in sostituzione di Ethan Iverson) e i membri storici Reid Anderson al basso e David King alla batteria. Un concerto attesissimo!!!

25 luglio - Songhoy Blues

Ascoltando i Songhoy Blues ritoverete le origini della musica Blues, dell'R&B e del Reggae, e scoprirete che prima delle deportazioni e della schiavitù quella musica era una musica gioiosa, calda, ipnotica ed evocativa.
Dal suono rock blues i Songhoy Blues ricordano più le grandi band britanniche e statunitensi degli anni sessanta e settanta che le band del Centrafrica. Il loro suono è un suono ribelle, di chi si è rivoltato ai fondamentalisti islamici che hanno terrorizzato il Mali, la loro terra. C'è un nesso non casuale tra i brani del loro disco intitolato "Résistance" e la Roma Città Aperta di storica memoria.
Songhoy Blues è un gruppo di musica blues del deserto di Timbuctu, in Mali. La band fu formata a Bamako dopo essere stati costretti a lasciare le loro case durante il conflitto civile e l'imposizione della legge della Sharia. La band pubblicò il loro album di debutto, Music in Exile via Transgressive Records nel febbraio 2015, mentre l' Atlantic Records distribuirà l'album in Nord America a marzo 2015. Il gruppo è uno dei principali soggetti del film documentario They Will Have To Kill Us First.
Nel 2012, il Movimento nazionale per la liberazione di Azawad (MNLA) ha preso il controllo del nord del Mali. A loro volta, sono stati cacciati da Ansar Dine, un gruppo jihadista che ha vietato sigarette, alcol e musica. Garba Touré, un chitarrista di Diré, vicino a Timbuktu, fu costretto a partire e si trasferì a Bamako, la capitale del paese, nel sud. Insieme ad Aliou Touré e Oumar Touré, formarono una band "... per ricreare quell'atmosfera perduta del nord e far rivivere tutti quei rifugiati in quelle canzoni del nord". Tutti e tre, senza alcun legame di parentela, nonostante lo stesso cognome, sono i Songhoy. Il nome della band deriva dalla loro etnia e dal genere di musica che suonano, il 'desert blues'.
La band è stata nominata per "Best New Act" ai Q Awards 2015 e agli AIM Awards 2015. Sempre nel 2015 sono apparsi in numerosi festival tra cui Glastonbury Festival, Bonnaroo Festival, Latitude Festival, Roskilde Festival e Green Man Festival. Nel 2016 hanno suonato a Byron Bay Bluesfest e WOMADelaide in Australia e Green Man Festival e The Great Escape Festival nel Regno Unito.
Nel 2017 hanno hanno suonato due brani alla Royal Albert Hall di Londra per il 25° anniversario di Jools Holland, musicista e storico conduttore televisivo della BBC.

31 luglio - The Kenny Garrett Quintet

7 agosto - Giancarlo Maurino's Evidence feat Dick Halligan

Il grande sassofonista italiano Giancarlo Maurino presenterà il suo nuovo gruppo con Roberto Taufic (chitarra), Marco Siniscalco (basso) Roberto Rossi (batteria) e Sergio Quarta (percussioni) e dividerà la serata con il mitico Dick Halligan, Grammy Award winner, membro fondatore dei Blood Sweat & Tears in un concerto al piano solo

17 agosto - Atrìo - Dumbo Station Modular

Biglietti a partire da 11.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

Previsione meteo del 31 luglio:
Sereno o poco nuvoloso
Temperatura min:25° max:30

foto e contenuti Copyright