Gino Paoli e Danilo Rea in Due Come Noi...Che

Il programma

27 luglio, Gino Paoli e Danilo Rea
Si chiama "Due come noi che?" il nuovo progetto di Gino Paoli e Danilo Rea, una serie di concerti a base di voce e pianoforte che vedrà duettare insieme uno dei più grandi interpreti della canzone d'autore italiana e uno dei più lirici e creativi pianisti di oggi.
Uno spettacolo unico in cui il repertorio varierà di serata in serata, veleggiando nel mare dell'improvvisazione grazie alle esperte mani di Rea e al desiderio di sperimentazione che da sempre accompagna Paoli. Ogni live sarà quindi diverso e irripetibile, con una scaletta aperta che spazierà tra i grandi classici nazionali e internazionali, gli indimenticabili successi di Paoli, e persino incursioni nella canzone d'autore napoletana, di cui il pubblico ha avuto un assaggio durante il recente concerto che li ha visti impegnati sul palco del Teatro San Carlo di Napoli e che ha registrato il tutto esaurito.
Gino Paoli e Danilo Rea rinnovano così il loro fortunato sodalizio artistico, già sperimentato con il progetto "Un incontro in Jazz" e la pubblicazione degli album "Milestones" e "Auditorium Recording Studio".

28 luglio, Grupo Company Segundo
Nel 2007 si sono celebrati i 100 anni dalla nascita del mitico musicista cubano Compay Segundo. Prima di morire, egli stesso scelse i suoi successori, affinché divulgassero la sua musica nel mondo: il gruppo di undici musicisti, di cui fanno parte due suoi figli Salvador e Basilio, si chiama: "Grupo Compay Segundo", alcuni dei quali parteciparono al film di Wim Wenders "Buena Vista Social Club".
L'anima di Maximo Francisco Repilado Muñoz (Compay Segundo) è sempre presente nel "Grupo Compay Segundo" ed irradia lo spirito cubano con questo gruppo che ha assunto il suo nome dopo la sua scomparsa, perpetuando così la testimonianza di uno degli artisti più conosciuti al mondo.

31 luglio, Puccini e le Stelle
Raffinata interprete dal timbro inconfondibile Maria Luigia Borsi è un soprano "lirico puro" apprezzato dai direttori d'esperienza e prestigio come Lorin Maazel, Riccardo Muti, Zubin Mehta, Maurizio Benini e Myung-Whun Chung. Protagonista di opere mozartiane, verdiane e pucciniane su importanti palcoscenici italiani, americani ed europei Maria Luigia Borsi ha già avuto modo imporsi a livello internazionale come una delle cantanti più interessanti della sua generazione. Ha iniziato la sua carriera sul palcoscenico del Teatro alla Scala interpretando il ruolo di Liù nella Turandot. In seguito ha debutto a Venezia per la storica riapertura del Teatro La Fenice, interpretando il ruolo di Violetta nella Traviata diretta da Lorin Maazel.

Biglietti a partire da 15.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright