Il gusto della pittura

pietro bisio

CASTELLO D'AGOGNA


Castello Isimbardi

Sabato 27 alle ore 17 inaugura la collettiva "Il gusto della pittura" a cura di Giuseppe Castelli con le opere di Gabriele Armellini, Pietro Bisio, Daverio Giangi e Sergio Fava esposte sino al prossimo 22 luglio. Inserita nel progetto espositivo "Arte solidale a Castello Isimbardi" promosso dalla Fondazione Vera Coghi, la collettiva fa parte della rassegna "7 mostre per la Lomellina" dedicate ad alcuni dei migliori interpreti della pittura e della scultura che da sempre hanno un legame particolare con la Lomellina. Ed è lo stesso curatore a indicare l'essenza del "Il gusto della pittura": "Questa mostra è dedicata alla pittura che scaturisce dalla leggerezza del fare, dal piacere di creare forme, dal gusto di inventare effetti cromatici i più disparati per la gioia dei sensi". Si passa dunque dalla pittura figurativa di Daverio Giangi di Parona Lomellina con il colore protagonista assoluto in una realtà senza presenza umana, all'esperienza sensoriale delle tele del vogherese Gabriele Armellini dove la "tavolozza" assume di volta in volta forme fluttuanti nello spazio; dalla pittura astratta e tormentata del "pta contadino" di Casei Gerola Pietro Bisio, cantore della natura maltrattata e apprezzato da critici di fama come Raffaele De Grada, Marco Valsecchi, Eva Tea, Elda Fezzi, Mario Monteverdi, Luciano Caramel, all'arte informale di Sergio Fava di Novi Ligure capace di offrire una pittura caleideoscopica di grande suggestione.
Info mostra www.castelloisimbardi.it oppure 0384-296584