Percorsi di Luce

L'itinerario lungo i viali, illuminati da fiaccole con una scenografica serie di fontane, consentirà ai visitatori la scoperta dei segreti della Reggia e la conoscenza dei reali che la fecero costruire e la abitarono. Anche questa edizione prevederà il percorso nel Giardino inglese, la parte più suggestiva dell'intero parco. L'evento che ha registrato nell'intero periodo, oltre centomila presenze di visitatori italiani e stranieri, presenterà il monumento borbonico sotto una veste inedita per ammirare il fascino di una delle dimore più belle e maestose del mondo patrimonio dell'Unesco.
Il Giardino Inglese a destra della Grande Cascata, fiore all'occhiello della passeggiata notturna, rischiarato con giochi di luce, fu progettato per la regina Maria Carolina d'Austria dal botanico-paesaggista inglese Andrea Graefer che creò sentieri intricati e prospettive apparentemente casuali dove prevalgono maestosi platani, cedri del Libano, pini, cipressi, magnolie, palme, varie specie di piante grasse, acquatiche e alcune camelie. Un sentiero porta al laghetto, immerso nel bosco, con finte rocce da cui sgorga una sorgente.
Carlo III di Borbone, volle che la sua dimora fosse tra le maggiori d'Europa e non a caso prese a modello la reggia di Versailles. Autore del progetto Louis van Wittel, meglio conosciuto come Vanvitelli con la collaborazione dei migliori pittori, scultori e stuccatori all'epoca disponibili. I lavori durarono dal 1752 al 1774, un anno dopo la morte dell'architetto.
Fantastica la facciata dell'edificio di cinque piani, quattro cortili, 34 scale, 1200 stanze, 1800 finestre; la cascata, alimentata dall'acquedotto carolino, con un salto di 78 metri, illuminata; i giochi d'acqua lungo i tre chilometri del parco che si estende per 120 ettari, uno dei maggiori in Europa, percorsi in parte con il city sightseeing e in parte a piedi. Con sottofondo di musiche del Settecento e con la guida di esperti di storici dell'arte, i visitatori, assisteranno ad episodi della mitologia, fermandosi davanti alla Fontana dei Delfini, di Cerere, di Venere e Adone, di Diana di Eolo, dove si materializza l'irreale incontro tra Eolo e Giunone e l'impetuoso turbinio degli irriverenti venti che fanno capolino dagli antri.
Muniti di lanterne l'ingresso nel magnifico giardino inglese, voluto da Maria Carolina, moglie di Ferdinando IV. La regina incontra lo spirito guida del giardino che la interroga e si complimenta con lei per aver finanziato un'opera cosi incantevole.
Un esperienza unica, irripetibile. Prenota subito il tuo posto in questo viaggio nel passato!

Le date
Dal 21 giugno al 4 ottobre Caserta, Reggia

Per informazioni e prenotazioni gruppi e singoli si prega di contattare il Centro Prenotazioni TOSC:
e-mail: info@tosc.it
Tel.: 06 32810

Vi informiamo che per gruppi si intendono
- Gruppi di almeno 30 persone
- Gruppi di almeno 70 persone

E' possibile inoltre acquistare un biglietto night and day da utilizzare sia per l'ingresso alla Reggia sia per il percorso di luce serale.
Il biglietto giornaliero puo'essere utilizzato il giorno precedente o successivo al percorso.

Biglietti a partire da 23.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright