Museo Ferragamo

Inaugurato nel maggio 1995, il museo è nato per iniziativa della famiglia Ferragamo con la volontà di far conoscere al pubblico di tutto il mondo le qualità artistiche di Ferragamo e il ruolo che ha ricoperto nella storia non solo della calzatura, ma anche della moda internazionale.
Come la maggior parte dei musei aziendali, il Museo Salvatore Ferragamo e l'archivio ad esso connesso sono nati dalla visione dell' imprenditore, nel nostro caso la vedova di Salvatore Ferragamo, Wanda, alla guida dell'azienda dal 1960, anno della morte del fondatore, e i suoi sei figli. In particolare è stata Fiamma, la maggiore dei fratelli, responsabile, dopo la scomparsa del padre, del settore merceologico più importante dell'azienda, le scarpe e gli accessori in pelle, a farsi portavoce in seno alla famiglia di questo progetto, a renderlo concreto, a dargli un'impostazione strategica avvalendosi delle competenze tecniche di storici ed archivisti.

La prima idea del museo è cominciata ad emergere durante l'organizzazione di una mostra a Palazzo Strozzi sulla storia di Salvatore Ferragamo, una mostra che è diventata nel tempo itinerante, ospitata dai più importanti musei del mondo, come il Victoria and Albert Museum di Londra, il County Museum di Los Angeles, il Museo Guggenheim di New York, la Sogestu Kai Foundation di Tokyo, il Museo des Bellas Artes di Città del Messico. Nel corso del tempo, la mostra temporanea si è trasformata in un'iniziativa permanente.A conferma del valore culturale dell'istituzione e delle numerose attività culturali intraprese negli anni, nel 1999 la Salvatore Ferragamo ha ricevuto l'ambito Premio Guggenheim Impresa e Cultura, conferito ogni anno alle aziende che meglio hanno investito in campo culturale. Il museo si trova nel centro storico di Firenze, nello storico Palazzo Spini Feroni, sede dell'azienda Ferragamo dal 1938.

Mostra "Un Palazzo e la Città"
Il Museo Salvatore Ferragamo dedica la mostra "Un Palazzo e la Città" alla storia di questo secolare palazzo, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario di Firenze Capitale del Regno d'Italia, quando l'edificio nel 1865 viene scelto come sede del Municipio.

La mostra prende spunto dalle celebrazioni di Firenze Capitale per raccontare una storia dell'edificio poco nota anche agli stessi cittadini, soffermandosi sui momenti fondamentali della vita del palazzo sia dal punto di vista storicoche da quello artistico, avvalendosi di documenti, manoscritti, filmati, fotografie, opere d'arte provenienti da istituzioni e musei nazionali e internazionali. Si prevedono aperture straordinarie del palazzo durante il periodo della mostra, da concordare con la proprietà.

Se da un lato si evidenzia attraverso la mostra un valore storico e architettonico estremamente importante per la città di Firenze, dall'altro si attualizza il passato e si rafforza la stretta connessione tra Palazzo Spini Feroni, magnifico esempio di architettura medioevale - restituito, al termine di un complesso restauro compiuto dalla famiglia Ferragamo, alla città di Firenze nella sua originaria bellezza - e Firenze, quale luogo d'arte, cultura, tradizione e riporta allo stile di vita, alla creatività e all'eleganza tutte italiane.

Le date
Dall'08 maggio 2015 al 03 aprile 2016 Firenze, Museo Salvatore Ferragamo

Orari
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.30
Chiuso il 1 gennaio, 1 maggio, 15 agosto, 25 dicembre.

Biglietti a partire da 7.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright