Zoomorfie, altro e tutt'altro

broletto

PAVIA


Spazio per le arti contemporanee del Broletto

Inaugura sabato 27 settembre alle ore 18 presso lo Spazio per le arti contemporanee del Broletto la mostra "Zoomorfie, altro e tutt'altro". Si tratta di una personale dell'artista pavese Gian Carlo Carena che presenta un'accurata selezione di opere, a ripercorrere il percorso pittorico dell'artista.
Prima architetto, poi pittore, Carena è abile sperimentatore di tecniche e materiali, e passa con grande maestria dalla matita all'acquerello, alla tempera, all'olio e acrilico. I soggetti dei suoi lavori - animali, frutta e fiori, sempre ritratti in maniera più evocativa che realistica, stilizzati - sono presentati su un tavolo, quello dell'architetto, che, a volte coperto da una tovaglia colorata, a volte nudo, "simboleggia il limite della nostra vita, con un fondo di ironia, unito all'angoscia", spiega l'artista. "Cavalli e cavalieri, galline, pesci, tori sbuffanti, figure umane dalla grande fisicità - scrive Francesca Porreca nel testo di presentazione della mostra -sono solitamente raffigurati sul palcoscenico di un tavolo da progettazione architettonica, inevitabile rimando agli studi e all'attività professionale dell'autore. Il piano bidimensionale, tratteggiato con lineare semplicità, diventa il fondale perfetto per visioni oniriche e al tempo stesso ironiche, in cui convivono presenze talvolta anacronistiche, animali da cortile e tecnologie, citazioni storiche e fumetti. L'artista tralascia lo studio prospettico per scandire invece lo spazio attraverso linee che si intersecano e guidano lo sguardo alla scoperta delle enigmatiche suggestioni racchiuse nella sua pittura, ma non rinuncia alla tridimensionalità dei corpi e degli oggetti, sottolineata dalle ombre colorate. Il colore abilmente dosato è in effetti l'altro elemento vitale di queste opere, in alcuni casi raggrumato in impasti più densi e con improvvise accensioni che spiccano sui neri profondi, in altri steso in campiture geometriche e modulato in gradazioni armoniose, perfette per accogliere i passi svelti di una gallina blu o le composizioni di fiori e frutta in via di maturazione".
Sarà possibile visitare l'esposizione fino al 5 ottobre, secondo i seguenti orari: dal martedì al venerdì 16.30 - 19.30; sabato e domenica 10.30 - 12.30 e 16.30 - 19.30; chiuso lunedì.