Il fascismo e la guerra raccontati da Giovanni Carbone

Giovanni Carbone

PORTOFINO


Teatrino Comunale

Dopo "Cronache di Portofino" (1997) e "Memorie di Giovanni Carbone" (2011), l'autore presenta la sua nuova opera con cui alza il velo sulla vita al tempo del Fascio e dell'ultima guerra nel borgo dove è nato e dove ha assistito e partecipato al boom economico, amministrando poi Portofino come vicesindaco negli anni Settanta. Giovanni Carbone, classe 1927, (che fanno 87 anni compiuti lo scorso 14 giugno), nella vita ne ha visto di tutti i colori e conosce i segreti di tanti veri Vip che fino ai primi anni Ottanta villeggiavano e veleggiavano a Portofino. Ma anche lui si è sempre rifiutato di raccontare in un libro episodi che avrebbero fatto lievitare le vendite di qualsiasi rotocalco. Ha così deciso di raccogliere i suoi ricordi di vita al tempo del fascio e della guerra: fatti inediti, curiosi, inattesi. Il libro si intitola "80 anni vissuti a Portofino". Il battesimo ufficiale avverrà sabato 4 ottobre alle 16 al Teatrino di Portofino, presente il sindaco Giorgio D'Alia e quasi certamente l'ex sindaco di Santa Margherita Ligure Angelo Bottino che aveva incoraggiato Carbone a scrivere l'inedita vita di Portofino dal 1922 al 1945.