Proseguono gli incontri dedicati a Sciacia

SESTO FIORENTINO


L'iniziativa promossa dall'associazione "Amici di Leonardo Sciascia" con il patrocinio dei comuni di Sesto Fiorentino, Firenze, Palermo. Quattro incontri per parlare dell'opera di Leonardo Sciascia e del suo rapporto con alcuni dei più illustri intellettuali del Novecento. Quattro incontri che vedranno confrontarsi alla Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino italianisti, filologi, studiosi per dar vita ad un dibattito che l'attualità del pensiero, anche politico, di Sciascia condurrà ben oltre il confronto specialistico. E' questo il proposito del ciclo di incontri "Genealogie indirette" che ha preso il via lunedì 26 settembre con il primo appuntamento, alle 17,30 nella Sala Meucci, dal titolo "Una lunga fedeltà: Sciascia e Cecchi", dedicato all'influenza dell'illustre critico sulla formazione dello scrittore siciliano. Interverranno Bruno Pischedda docente dell'Università degli Studi di Milano, e Roul Bruni, docente dell'Università degli Studi di Padova; modera Giuseppe La Scala. Sarà invece Valdo Spini a moderare l'incontro del 6 ottobre, sempre alle 17,30, intitolato "Dittature, autobiografie, fiabe: Brancati e Sciascia in dialogo" che vedrà la partecipazione di Domenico Scarpa, italianista e consulente del Centro Studi Primo Levi di Torino, e Matteo Marchesini, poeta, saggista e narratore.