"Fiato ai libri 2014" riparte da Seriate con Umberto Orsini nei panni di Oscar Wilde

Umberto Orsini

SERIATE


Ridare respiro a volumi che hanno da raccontare storie di vita vissuta o mozzafiato, capaci di inchiodare alla sedia lo spettatore-ascoltatore, è il filo conduttore del festival di letture «Fiato ai Libri».
La nona edizione, in programma dal 6 settembre al 12 ottobre, riparte da Seriate per concludersi a Montello. Viaggio letterario in 17 tappe, promosso e organizzato dal Sistema Bibliotecario Seriate Laghi in collaborazione con la Libreria Spazio Terzomondo e Luna e Gnac teatro, condurrà il pubblico alla riscoperta o conoscenza di atmosfere d'altri tempi, grazie al potere evocativo di pagine scritte da autori e poeti italiani e stranieri, amplificato dalla lettura a voce alta di una compagine di attori, accompagnati da musicisti.
A queste 17 tappe se ne aggiungeranno altre 5 dedicate al pubblico dei più piccoli e rientranti nel cartellone di «Fiato ai libri junior», in programma dal 4 al 25 ottobre.
In cartellone biografie con al centro la condizione di prigioniero, discriminazioni, racconti di strada, amori e tradimenti, mitologia classica, umorismo, classici americani, beat generation, fantascienza, crescita umana, viaggi sentimentali nella letteratura latino-americana, sport e rapporto tra madri e figlie per 17 appuntamenti gratuiti, eccetto il primo, e sempre alle 20.45, nei comuni di Costa di Mezzate, Costa Volpino, Gorlago, Gorle, Luzzana, Montello, Palosco, Romano di Lombardia, San Paolo D'Argon, Sarnico, Scanzorosciate, Seriate, Trescore Balneario, Treviglio, Villongo.
Il viaggio sospeso tra immaginazione, letteratura e suoni partirà dal cineteatro Gavazzeni di Seriate sabato 6 settembre, alle 20.45 (ingresso 8 euro) con lo straordinario attore Umberto Orsini, accompagnato dalla chitarra e dal canto di Giovanna Marini, per «Ballata del carcere di Reading». Al centro dello spettacolo Oscar Wilde: la sua condizione di prigioniero e il corpo di un giovane soldato, condannato alla forca per l'assassinio della sua amante. Wilde lo ha solo visto nell'ora d'aria e con la sua vena poetica unisce suoni, colori, pensieri, incubi e corpi inappagati della galera con la luce di un amore trasfigurato. Giovanna Marini ha scritto cinque ballate, componendo una musica che va da ballad irlandesi sino a Schubert, passando anche per i Beatles.
Per conoscere il programma completo: www.fiatoailibri.altervista.org