Paolo Migone: le virtù, gli eccessi, le manie, le abitudini, i vizi e le cattiverie degli italiani

Paolo Migone

BERGAMO


Creberg Teatro

Per la serata di San Valentino, la satira sociale di Paolo Migone eviterà l'eccesso di romanticismo con il suo nuovissimo show «Italia di M.....are». Lui è l'uomo dal capello sgarrupato e l'occhio nero, il «pessimista cosmico della comicità italiana», il cabarettista stralunato e surreale nato a San Paolo, in Brasile, da madre piemontese e padre genovese, ma cresciuto a Livorno, città dalla quale ha presto assorbito il tipico gusto «comico-labronico». Questo spettacolo è una vera novità: Migone infatti non parlerà solo dei temi che l'hanno reso celebre (la coppia, la famiglia) ma allargherà il raggio alla società italiana, con lo stesso spirito caustico che l'ha reso celebre fin dagli esordi a Zelig. Testi e regia sono tutti scritti da lui stesso, con solo un piccolo aiuto di Carlo Neri e Michele Crestacci. Uno spettacolo particolarmente adatto alla sera di San Valentino, e del resto, come ha dichiarato Migone in una recente intervista «quando fai ridere il bene ti torna tutto indietro con gli interessi. Aumenti la spensieratezza della gente che ti ricambia».