Teatro Sotterraneo in scena con "Be Normal!"

Be Normal

BERGAMO


Teatro Sociale

La stagione di Altri Percorsi porta al Teatro Sociale, venerdì 23 gennaio (ore 21), la drammaturgia italiana più innovativa. Il Teatro Sotterraneo presenta infatti "Be Normal!", una sorta di seguito del divertente e spiazzante "Be Special!". Lo spettacolo propone una riflessione, esilarante, intelligente e amara, sul tema del talento e della vocazione, costretta a infrangersi contro le dure e spietate logiche di un paese in crisi, non solo economica. Si riflette in modo originale sul conflitto fra le generazioni di oggi, sui giovani che si confrontano con ambizioni spesso irrealizzabili. Per il pubblico bergamasco è un'occasione speciale per seguire l'evoluzione artistica di una compagnia, quella di Prato, che si è conquistata l'attenzione della critica, e non solo a livello nazionale. I due attori Sara Bonaventura e Claudio Cirri, sotto la supervisione di Daniele Villa in regia, abitano una sorta di metropolitana in attesa di passeggeri, strade, semafori, supermercati, in un continuo straniamento che è la cifra stilistica della compagnia, insieme ad un'ironia mai banale e affilata. Non ne manca, anche quando si mette in scena un colloquio di lavoro per entrare nella Mafia, quando una figlia isterica accudisce una madre ridotta a scheletro, quando si illustra una guida pratica per l'eliminazione degli anziani, distribuendo palline da lanciare alle sagome di vecchi simbolici: da un lato la regina Elisabetta, il creatore di Playboy Hugh Hefner, Paperon de' Paperoni, dall'altro il più temuto, il vero nemico giurato del giovane che non può crescere, il "vecchio generico Mario Rossi". L'unico a rimanere in piedi.