TERRA BATTUTA E POLVERE

teatro

BORGARELLO


Teatro della luce, via Principale 22

TERRA BATTUTA E POLVERE è un progetto nato all'interno di un gruppo di attori emergenti formatisi presso la prestigiosa scuola "Quelli di Grock" di Milano, con la regia di Maurizio Salvalalio. Prendendo spunto dall'antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters gli spiriti, le anime dei defunti che non trovano pace tornano ogni notte a rivivere le loro passioni, le emozioni, i turbamenti, le manie e gli errori che li hanno accompagnati in vita e che non concedono loro requie nella morte.

"Vengono qui ogni sera... ritornano solo per chi sa attendere che il ricordo continui a vivere".
Immagina di camminare in un cimitero e di restare inspiegabilmente affascinato dalle epigrafi delle tombe, che inizi a leggere una per una.
Senza neanche accorgerti ti ritrovi a immaginare la vita della persona che è lì sepolta e poi di tutte le persone accanto.
Riesci persino a ricostruire le relazioni, le parentele, i fili invisibili che univano tutti gli abitanti di quel paese.
E conosci le loro voci, i loro racconti e tutta la vita delle loro semplici e brevi storie.
E' nel tuo ricordo che le memorie continuano a vivere.
"Tutto è pronto. Il rito ha inizio. Sempre così, sempre allo stesso modo, come se fosse la prima volta".

Stasera va in scena lo spettacolo più importante, quello della vita, attraverso le parole di chi, ormai, è già uscito di scena.

Progetto teatrale liberamente ispirato all' "Antologia di Spoon River" di E. Lee Masters
Drammaturgia di "Capitolo Primo"
Regia: Maurizio Salvalalio
Con: Katia Cozzarin, Piera Dattoli, Grazia Gianatti, Lorenzo Meazza, Carlo Pelucchi, Martina Scalini
Chitarra elettrica: uri Biscaro