L' ispettore generale

Un testo immaginifico e divertente, per il quale Gogol' trasse l'ispirazione da un fatto di cronaca. Rappresentato per la prima volta a San Pietroburgo nel 1836, "L'ispettore generale" è ambientato in una piccola cittadina persa nell'enorme distesa della Russia, improvvisamente risvegliata dalla sua quotidianità di normale e disonesta prevaricazione, dalla notizia dell'arrivo, da San Pietroburgo, di un ispettore generale mandato lì in qualità di revisore dei conti.

Tutti sono in fermento e impauriti. Scambiano per il temuto funzionario un giovane impiegato di passaggio, che è peraltro in difficoltà economiche, ed iniziano a blandirlo.

Derisione e mascalzonaggine, imbroglio e nessuna buona fede, una comunità che conosce soltanto la corruzione: neppure in casa del sindaco, dove il finto ispettore è ospite e si diverte con la moglie e la figlia, regna un briciolo di onestà.

Dopo aver compreso l'equivoco, il giovane ne approfitta più che può e tenta di scappare prima che la sua vera identità sia svelata. Una commedia degli equivoci che ha come bersaglio la corrotta burocrazia della Russia zarista, qui messa efficacemente alla berlina e che oggi può trovare non poche affinità con la società contemporanea.

Le date
Dal 10 al 14 dicembre Catania, Teatro Verga

Biglietti a partire da 25.07 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright