Nastienka e il Cantore

La Russia di allora appariva al poeta praghese la terra "che confina con Dio", un paese di grandi tensioni spirituali e di affascinanti tradizioni. Come quelle dei cantori girovaghi, eredi di canti antichissimi attraverso i quali venivano trasmesse storie che erano raccontate a viva voce e che "erravano di bocca in bocca" sin dai tempi remoti. Per queste storie, non ancora sepolte nei libri, Rilke prova una dichiarata e consapevole nostalgia.

La narrazione scenica, su cui si innestano i canti eseguiti dal vivo, è ambientata in una Russia senza tempo: una giovane donna racconta la sua storia d'amore con il figlio di un vecchio cantore che ha dovuto drammaticamente abbandonarla, costringendola a una vita di mendicante, per seguire il padre ed ereditarne i canti antichissimi, che sono l'anima del villaggio e che altrimenti andrebbero perduti per sempre.

Le date
Dal 27 febbraio al 1 marzo Catania, Teatro Angelo Musco

Biglietti a partire da 17.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright