Premio comicita' Gianni Palladino

Una serata interamente dedicata alla capacità di poter ridere a crepapelle tutti insieme con i nuovi volti del cabaret italiano. Più di due ore non-stop per convincere anche i più malinconici tutti, ma proprio tutti, che alla fine è sempre meglio farsi una risata, oppure "piangere dal ridere", perché ridere è anche il jogging preferito dalla nostra anima.

Ma la finale del Premio Palladino sarà anche una festa con interventi comici e semicomici di attori e artisti come Paolo Rossi, Gigio Alberti, Gino e Michele, Renato Sarti, solo per dirne alcuni?ma sul palco dell'Elfo le sorprese non mancheranno certamente così come le "incursioni" di altri big della risata.
Dedicato alla comicità di gruppo e nato per ricordare uno straordinario comico, cabarettista e attore, il "Premio Comicità Gianni Palladino" giunge alla finale chiamando sul palco del Teatro Elfo Puccini di Milano i 7 gruppi provenienti da tutta Italia che si sono sfidati nella cornice dello storico Zelòig cabaret, sei scelti dal pubblico e uno invece dalla Giuria.
E allora conosciamoli i sette gruppi che si giocheranno i tre gradini del podio in una battaglia all'ultima freddura, partendo per galanteria dalle due compagini femminili:

Le Scemette: sette ragazze scatenate, capitanate da Cinzia Marseglia, che prendono in giro le sfaccettature dell'universo femminile tra corteggiamenti, illusioni, disillusioni;
Piramo e Tisbe che muoiono per amore: le sei comiche che portano in scena una comicità a dir poco scoppiettante, trasformando i loro personaggi in maschere della commedia dell'arte;
Democomica: gruppo storico milanese fondato nel 2004 da Rafael Didoni e Germano Lanzoni, "comici contemporanei" come loro stessi amano definirsi;
Metallurgica Viganò: ovvero nove fra musicisti e attori per una comicità tutta giocata tra le righe del pentagramma, un mix di Etno-Industrial-Folk;
Tragiquesentimental Song: il cabaret musicale e irriverente dei sette comici di Umbertide;
Jashgawronsky brothers: la pura avanguardia musicale di quattro amici armeni che portano in scena strumenti e metodi a dir poco curiosi;
I biondi, ovvero quelli scelti dalla giuria, sei comici tutti usciti dall'Accademia Paolo Grassi di Milano che hanno dato una cornice a tutti gli sketch che ogni giorno nascevano quasi per gioco in Accademia;

Il che, per gli amanti delle statistiche e del pallottoliere, significa 44 artisti sul palcoscenico, con le quote rosa in minoranza, come in politica d'altronde?.13 femmine contro 31 maschi? due gruppi su sette. Ma qui non si scherza, si fa sul serio! Niente brogli per intenderci, vince chi saprà fa ridere di più!

La data
7 giugno Milano, Teatro Elfo Puccini

Biglietti a partire da 16.50 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright