Dai grandi classici alle risate: non manca nulla al «Manzoni»

MONZA


I grandi classici di Molière e Shakespeare, gli spettacoli più contemporanei, il teatro comico, la musica. La primavera teatrale del «Manzoni» non manca di nulla. Il primo nuovo appuntamento del mese è con le risate. Domani, alle 21, Maurizio Lastrico porterà in scena «Quello che parla strano», uno show che ripercorre il meglio del suo repertorio. Dal 12 al 15 marzo invece sale sul palco la prosa: Gioele Dix vestirà i panni de «Il malato immaginario».

Organizzatori:
  • Teatro Manzoni