Fogliazza in Officine Libertà | L'onda della Madonnina

di e con
Gianluca Foglia "Fogliazza"

musiche originali e accompagnamento
Emanuele Cappa
chitarra acustica, chitarra elettrica con archetto, loop station

ingegnere del suono
Stefano Melone
disegno luci
Francesco Pozzi
consulenza storica
Luigi Borgomaneri e Cristina Palmieri

direttore di produzione
Nicola Casalini per Sonoris Causa / Elytra edizioni srl
produzione esecutiva
A.N.P.I. Sezione ATM

con il sostegno di
ATM Spa - Azienda Trasporti Milanesi, Fondazione ATM,
Fondazione Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo
in collaborazione con
Camera del Lavoro di Milano ' San Siro, Radio Popolare
con il patrocinio di
Comune di Milano

A Monza la prima tappa del tour 2015 di Officine Libertà | L'onda della Madonnina, la narrazione con musica e disegno dal vivo sul tema della Liberazione. Mercoledì 25 febbraio, alle ore 21.00, il palco del Teatro Binario 7 ospita l'illustratore Gianluca Foglia 'Fogliazza', scelto dalla Sezione ANPI ATM di Milano per raccontare una pagina fondamentale della storia milanese e del nostro Paese.

Nasce così il più recente spettacolo di Fogliazza che ha debuttato con successo nel 2014, in occasione del settantesimo anniversario dello sciopero di Milano del marzo 1944.
Officine Libertà | l'Onda della Madonnina è la storia di alcuni uomini e donne, lavoratori e cittadini che, in un'officina dei tram milanese, scoprono di avere l'orgoglio e la forza per riprendersi la libertà, un pezzo alla volta, lottando, fino alla Liberazione e alla più bella Costituzione del mondo.

L'onda della Madonnina è il grande sciopero dei tranvieri, incoraggiati dagli scioperi operai, che paralizzò la città, mostrando la forza di cui era capace il popolo. Protagonisti sono un padre e una madre, il figlio, i nonni e quella generazione senza memoria di chi ha vissuto e ha scelto di non raccontare per non far soffrire.

La metafora del mare è la chiave per esprimere con efficace semplicità la portata di quei giorni: hai mai fermato un'onda? Non si può. Il mare a Milano è la favola per trasmettere attraverso narrazione orale, disegno dal vivo e musica che la Storia non è solo bella, ma che è stata scritta, nel coraggio e nella paura, dal popolo.

Officine Libertà non è solo la storia di uno sciopero, ma anche del ponte generazionale tra nonno e nipote, passando attraverso il vuoto del padre, che non ha mai saputo trasmettere il dramma della guerra, compromettendo l'identità e la consapevolezza dei valori costituzionali.

In scena un narratore/disegnatore, accompagnato da una chitarra con archetto e una loop station. La narrazione si alterna tra parole e disegno: illustrazioni eseguite dal vivo dall'interprete, che disegnando da un tavolino sul quale è puntata una piccola telecamera, le illustrazioni vengono rimandate su uno schermo (o muro bianco) consentendo al pubblico la visione della realizzazione dei personaggi protagonisti dello spettacolo. Durante le varie fasi dello spettacolo, a più riprese, verrà dipinto il volto del protagonista della narrazione su un foglio posto sopra un cavalletto da pittore. Attraverso la suggestione della storia e della musica appositamente composta, l'immediatezza e il fascino del disegno realizzato dal vivo.
Alla fine dello spettacolo tutti i disegni verranno donati a chi ne farà richiesta.


Biglietti: intero 15| ridotto 10 (tesserati ANPI, under25, over65, abbonati, allievi La Scuola Delle Arti)| under18 6

Organizzatori:
  • La Danza Immobile/Teatro Binario 7
Seguici su: