Volo Novezerotre - Emil Zatopek: il viaggio di un atleta

È con il numero 903 che l'atleta cecoslovacco Emil Zátopek (1922-2000) ai Giochi Olimpici di Helsinki del 1952 vince tre medaglie d'oro e consegue i record del mondo nelle tre differenti discipline della corsa: 5.000 mt, 10.000 mt e la maratona. Impresa unica, memorabile, quella maratona che decide di correre all'ultimo momento: "Se vuoi vincere corri i cento, se vuoi vivere corri la maratona". Vive Emil, ma la fatica della vita si vede tutta: sul volto, sulle spalle, nelle gambe.

Si contrae, si contorce. Ansima, sbuffa, digrigna, stride come una locomotiva. La locomotiva umana, come era stato soprannominato. Nessuno stile, tutta forza. Corre anche nella vita Emil, attraverso la storia del suo Paese, la Cecoslovacchia, e non sfugge a nulla: al regime, alla primavera di Praga, al suo declino. Eppure, convinto di avere incontrato la fortuna e di avere vissuto la vera vita, sorride. Anche quando il regime lo confina in Siberia, per 7 anni ai lavori forzati nelle miniere di Uranio, dopo che si era schierato con i rivoluzionari firmando il Manifesto delle Duemila Parole durante la Primavera di Praga nel 1968.
Anche quando, rimpatriato, lo mettono a fare il netturbino e mentre passa i sacchi ai suoi compagni, tutti escono dalle case per vederlo e lui corre, corre ancora? dietro il camion della spazzatura.

La data
19 marzo Monza (MB), Monza Brianza

Biglietti a partire da 15.00 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright