Benvenuti in casa Esposito

Nessuno ha imposto a Tonino Esposito di fare il delinquente. Eppure lui vuole farlo a tutti i costi, anche se è sfigato e imbranato. Perché vuole mostrarsi forte agli occhi di tutti.
E perché è ossessionato dal ricordo del padre Gennaro, che prima di essere ucciso è stato un boss potente e riverito nel rione Sanità, a Napoli.

Così Tonino, tra incubi e imbranataggini, resta coinvolto in una serie di tragicomiche disavventure che lo portano a scontrarsi con i familiari, con le spietate leggi della criminalità e con il capoclan Pietro De Luca detto ?o Tarramoto, che ha preso il posto del padre. E quando non ce la fa più, quando tutto e tutti si accaniscono contro di lui, va nell'antico Cimitero delle Fontanelle a conversare con un teschio che secondo la leggenda è appartenuto a un Capitano spagnolo.

Nel tentativo di riportarlo sulla strada dell'onestà, la capuzzella del Capitano si trasforma in un fantasma e si trasferisce a casa di Tonino. Dalla comica "collaborazione" tra i due nascono episodi esilaranti.Intorno a Tonino, al Capitano e a De Luca si muovono altri personaggi memorabili: Patrizia, moglie di Tonino, donna procace e autoritaria; Gaetano e Assunta, genitori di Patrizia, che si strapazzano di continuo; Manuela, vedova del boss Gennaro, donna dai nobili sentimenti; Tina, giovane figlia di Tonino e Patrizia, che combatte la condotta illegale del padre. In casa Esposito non manca una presenza animalesca: Sansone, un'iguana del genere meditans, che fa da contrappunto a tutti i divertenti momenti della commedia.

Un modo nuovo di raccontare e denunciare la malavita, perfettamente in linea con i contenuti del romanzo Bestseller "Benvenuti in casa Esposito", che è stato un vero e proprio caso letterario. Un libro che ha scalato le classifiche grazie al passaparola e all'entusiasmo di migliaia lettori.

Le date
Dal 3 al 15 marzo Roma, Teatro Sala Umberto

Biglietti a partire da 24.15 €ACQUISTA I BIGLIETTI

foto e contenuti Copyright